Polizza auto a partire da 181 €*
* Profilo utilizzato: Maschio 45 anni residente Bolzano Fiat Punto

Risarcimento danni con auto non assicurata

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Come richiedere il risarcimento danni con auto non assicurata

In Italia il numero di veicoli senza assicurazione auto è ad oggi stimato intorno ai 4 milioni, ovvero l’8,7 % delle vetture che circolano su strada. Di conseguenza, la probabilità di essere coinvolti in un incidente con auto non assicurata non è poi così ridotta. Come comportarsi quindi per richiedere il risarcimento danni con auto non assicurata?

Se hai qualche dubbio a questo proposito, in questa guida ti aiuteremo a capire, passo dopo passo, che cosa è necessario fare per ottenere il risarcimento danni con auto non assicurata. Ti spiegheremo innanzitutto come comportarti in caso di incidente con vettura senza rca, da chi viene erogato il risarcimento danni e come funziona. Infine ti illustreremo come scrivere e inviare la richiesta di risarcimento per ottenere il rimborso dei danni subiti.

 

 

Incidente con auto non assicurata: cosa fare al momento del sinistro?

In caso di incidente con auto sprovvista di assicurazione è importante mantenere la calma ed effettuare alcune semplici operazioni quando ancora ti trovi sul luogo del sinistro stradale. Al fine di ottenere il risarcimento danni in seguito a un sinistro stradale senza assicurazione, ovvero per via di un incidente con veicolo non assicurato e quindi sprovvisto di rc auto dovrai ricordarti di mettere in atto due strategie.

La prima è quella di verificare la data di scadenza della polizza del conducente. Se l’incidente stradale è stato causato da un guidatore con una rca scaduta da non più di 15 giorni, quest’ultima è ritenuta ancora valida ed è quindi possibile procedere in modo tradizionale alla richiesta di risarcimento.

In seguito all’incidente auto con rca scaduta da poco dovrai quindi compilare il modulo della constatazione amichevole che vedrà incluse le firme di entrambi i conducenti coinvolti. Se i danni a veicoli e/o a persone sono molto gravi o se tu e l’altro guidatore coinvolto siete in disaccordo sul sinistro sarà necessario coinvolgere anche le Forze dell’Ordine.

In attesa del loro arrivo dovrai inoltre assicurarti che i veicoli non vengano spostati anche qualora intralcino la circolazione alle altre vetture. Nel mentre è consigliabile inoltre comunicare alla tua compagnia l’avvenuto incidente auto con assicurazione scaduta così che questa possa liquidare l’altro automobilista.

Chiamare le Forze dell’Ordine è in realtà necessario anche per segnalare l’incidente con veicolo non assicurato, soprattutto se la polizza è scaduta da più di 15 giorni. Stabilita la responsabilità del guidatore con l'ausilio della Polizia, la parte lesa potrà procedere a inviare la richiesta di risarcimento danni secondo le modalità previste dal caso.

In sintesi, in caso di sinistro stradale con veicolo non assicurato e con rca scaduta entro 15 giorni potrai richiedere il classico risarcimento danni secondo le modalità sopra citate. In caso di incidente auto con assicurazione scaduta da più di 15 giorni dovrai invece richiedere il risarcimento a un altro ente erogatore: il cosiddetto Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

Torna su

 

Chi eroga il risarcimento danni con auto non assicurata?

Il risarcimento danni con auto non assicurata viene erogato dal Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, un organismo amministrato dal Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici) con l'assistenza di un apposito Comitato e sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il Fondo ha il compito di garantire il giusto risarcimento alla parte lesa in caso di incidente in cui è coinvolto un veicolo non assicurato oppure un mezzo che non viene identificato. E' costituito grazie alle aliquote sui premi rca e opera sul territorio nazionale attraverso delle compagnie assicurative che variano a seconda della regione in cui è avvenuto il sinistro. Queste ultime andranno a gestire la procedura di risarcimento come se l'auto non assicurata (o non identificata) fosse assicurata presso di loro.

L'intervento del Fondo è limitato al massimale di legge vigente al momento del sinistro stradale. Dall'11 giugno 2012 i massimali previsti sono: 

  • euro 5 milioni per danni a persona 
  • euro 1 milione per danni a cose

Dall'11 dicembre 2009 i massimali pervisti erano invece di euro 2,5 milioni per danni a persona e di euro 500 mila per danni a cose.

Compilata la richiesta di risarcimento e dopo averla inviata alla Consap e alla compagnia assicurativa preposta, spetterà a quest’ultima verificare che il veicolo danneggiante sia effettivamente senza assicurazione (o comunque non identificabile).

Torna su

 

Chi ottiene il risarcimento danni con auto non assicurata?

Il Fondo di Garanzia eroga il risarcimento danni con veicolo non assicurato in quattro casi, ovvero quando l'incidente ha coinvolto: 

  • veicoli non identificati. In questi casi vengono generalmente risarciti solo i danni alla persona. Se però il danno alla persona è grave, è previsto anche un risarcimento per le cose con una franchigia a 500 euro e solo per la parte eccedente i 500 euro. 
  • veicoli non assicurati. In queste circostanze vengono risarciti sia i danni alle persone che alle cose con una franchigia, quest'ultima, sempre di 500 euro. 
  • veicoli assicurati ma posti in circolazione contro la volontà del proprietario. Per queste situazioni vale sia il risarcimento danni a persone che quello a cose. 
  • veicoli esteri con targa non corrispondente al mezzo: valgono i risarcimenti sia a persone che a cose. 
  • veicoli aziendali assicurati a nome di un'impresa in liquidazione coatta amministrativa : si otterrà una liquidazione dei danni a cura dell'impresa designata.

Di conseguenza, tutti i soggetti danneggiati (parte lesa) possono ottenere il risarcimento danni dal Fondo di Garanzia per i casi sopra indicati.

Torna su

 

Cosa deve contenere la richiesta di risarcimento?

Affinchè il risarcimento vada a buon fine, è necessario che la richiesta di ottenimento contenga una serie di informazioni specifiche. Di seguito ti riportiamo le specifiche che deve contenere una richiesta per risarcimento danni:

  • luogo e ora in cui l'incidente è avvenuto
  • dinamica del sinistro stradale
  • dati della parte lesa
  • dati del conducente non assicurato
  • dati identificativi dei veicoli coinvolti (targa, marca e modello)
  • compagnia assicurativa del mezzo danneggiato
  • precisazione che il veicolo danneggiante non è assicurato (o non è stato identificato)
  • estremi delle Forze dell'Ordine (qualora siano intervenute)

In caso di risarcimento danni a cose, dovrai includere nella domanda anche:

  • entità del danno (con allegata, se possibile, una copia della fattura delle riparazioni effettuate o una copia del preventivo danni)
  • luogo, giorni e orario durante i quali il veicolo e le cose sono disponibili per essere sottoposti a perizia

In vista di un risarcimento danni a persone sarà invece necessario allegare alla richiesta:

  • entità della lesione (con allegata una copia della perizia del medico legale)
  • certificato medico che attesti l'avvenuta guarigione

Una volta compilata la domanda di risarcimento danni, dovrai inviarla via mail o tramite raccomandata a/r alla Consap (sede legale Roma, Via Yser n° 14) e alla compagnia assicurativa designata dal Fondo e variabile a seconda di dove ha avuto luogo l'incidente stradale.

Qualora la richiesta di risarcimento sia incompleta, dovrai effettuare le dovute integrazioni entro 30 giorni. Il termine dell’offerta di risarcimento rimane quindi in sospeso fino a quando la compagnia non riceverà il documento completo in tutte le sue parti.

Torna su

 

Risarcimento danni con auto non assicurata: quanto tempo ci vuole?

La compagnia incaricata avrà 60 giorni di tempo per formulare l’offerta di risarcimento danni con auto non assicurata. Infine, una volta liquidato il danno, questa provvederà a recuperare la somma contro il danneggiante.

In caso di sinistri con lesioni a persone e a cose, il risarcimento danni del Fondo di Garanzia si prescrive normalmente in due anni. Di conseguenza, è importante presentare la richiesta di risarcimento entro due anni dal giorno in cui l’incidente stradale si è verificato.

In caso di sinistro stradale con decesso, il risarcimento danni si prescrive in 10 anni. In questa circostanza, la richiesta di risarcimento danni andrà pertanto  inoltrata entro 10 anni dal giorno in cui l’incidente stradale si è verificato.

Torna su

 

Un veicolo non assicurato ha diritto al risarcimento danni?

Fatti salvi i casi in cui è possibile richiedere il risarcimento danni con auto non assicurata, è lecito chiedersi se anche un’auto non assicurata ha diritto al risarcimento danni in caso di incidente. A questo proposito nè il Codice della Strada nè il Codice Civile disciplinano questo caso.

Di conseguenza, la legge non prevede che il danneggiato in possesso di una vettura senza rca non possa richiedere il risarcimento danni alla compagnia assicurativa del responsabile dell’incidente. La normativa disciplina infatti solo l’ipotesi in cui ad essere senza assicurazione auto sia il danneggiante.

Chi guida un’auto senza copertura assicurativia e subisce un sinistro stradale (la cui colpa è attribuibile all’altro guidatore) ha quindi tutto il diritto di richiedere il risarcimento del danno, come confermato dal Giudice di Pace di Napoli durante la sentenza n°5553/2015.

Torna su

Leggi tutti i commenti