L'articolo n.173 del Codice della Strada obbliga tutti gli automobilisti con imperfezioni alla vista a guidare la propria auto solo se dotati di occhiali da vista. Oltre a costituire un pericolo per sè stessi e per la sicurezza degli altri, violare questa norma prevede delle pesanti sanzioni ,l'eliminazione dei punti dalla patente, e perfino il rischio di rivalsa delle compagnie assicurative con l'obbligo di risarcire di tasca propria i danni causati.

La presenza di anomalie alla vista viene segnalata nella patente di guida al momento del rilascio o del rinnovo della patente, dopo aver effettuato la visita oculistica. Chi ha deve attenersi a quest'obbligo potrà guidare indossando sia gli occhiali da vista, sia le lenti a contatto. Infatti, il decreto legislativo numero 285/1992 usa i termini lenti e occhiali come sinonimi, autorizzando le Autorità a verificare la presenza delle lenti in caso di controlli. Per questa ragione è sempre opportuno portare con sé delle lenti a contatto do scorta o un a paio di occhiali.

Da leggere: Come verificare i punti della patente?

 

Guida con occhiali: quali sono le sanzioni previste?

 

Come dicevamo, mettersi alla guida senza occhiali da vista prevede una pesante sanzione pecuniaria e amministrativa. In caso di controlli la multa può variare da un minimo di 81euro fino ad un massimo di 285euro, a seconda del deficit visivo. A questo si andrà poi ad aggiungere la perdita immediata di 5 punti della patente. Ovviamente stiamo parlando di un'ammenda che non viene applicata a tutti i conducenti ma solo a coloro che sono soliti portare gli occhiali.

Le conseguenze potrebbero estendersi anche alle possibilità di risarcimento da parte della compagnia assicurativa. Infatti, se in seguito a dei controlli successivi dovesse emergere che il sinistro - e quindi i danni provocati – sono riconducibili ad una negligenza dell'automobilista, la compagnia assicurativa potrebbe esercitare il diritto di rivalsa e quindi pretendere il rimborso della cifra versata alla parte lesa.

Quando è obbligatorio guidare con le lenti?

 

L'uso degli occhiali da vista alla guida è obbligatorio se indicato sulla certificazione medica, un documento sanitario che viene rilasciato dalla motorizzazione al momento del rilascio (o del rinnovo) della patente di guida e che accerta i requisiti psichico - fisici di idoneità alla guida. Detto altrimenti, se dalla visita medica e dal conseguente rilascio del certificato medico viene accertato l'obbligo dell'uso delle lenti durante la guida, il mancato uso di queste ultime in strada diventa punibile per legge.

In particolare, l'uso di lenti durante la guida è regolato dall' art. 173 del Codice della Strada che recita: "Il titolare di patente di guida o di certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori, al quale, in sede di rilascio o rinnovo della patente o del certificato stessi, sia stato prescritto di integrare le proprie deficienze organiche e minorazioni anatomiche o funzionali per mezzo di lenti o di determinati apparecchi, ha l'obbligo di usarli durante la guida".

Il Codice della Strada specifica anche le diverse tipologie di lenti da indossare obbligatoriamente in caso di guida, includendo oltre gli occhiali da vista, anche le lenti a contatto, gli occhiali protettivi, gli occhiali con lente opaca e l'occlusore oculare.