Smarrimento targa auto

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Cosa fare se si perde la targa dell’auto?

Ti è mai capitato di perdere la targa dell’auto? A prima vista potrebbe sembrare una situazione improbabile, eppure il numero di casi registrati confermano che non si tratta di un’eventualità poi così remota. Ai nostri lettori ricordiamo che circolare con un veicolo dotato di targa, ben visibile e pulita, è obbligatorio tanto quanto essere dotati di un’assicurazione auto. Si tratta di requisiti indispensabili che prevedono pesanti sanzioni e multe in caso di omissioni.

Alcune compagnie assicurative offrono ai loro clienti una copertura anche per queste particolari situazioni, garantendo il rimborso delle spese sostenute per le richiesta di una nuova targa. Se quindi devi rinnovare l’assicurazione o sottoscrivere un nuovo contratto ti suggeriamo di verificare se questa particolare copertura rientra tra le garanzie offerte e quindi di informartii anche sui relativi costi. In questo caso dovrai semplicemente richiedere un preventivo per l’assicurazione auto e valutare la variazione dei costi. 

 

Smarrimento targa auto: ecco cosa fare

La prima cosa da fare quando ti accorgi di aver perso la targa dell’auto è chiamare il Corpo di Polizia Municipale. Qualunque sia la ragione, sia che si tratti di perdita accidentale o di furto, è importante denunciare immediatamente il fatto. In questi casi bisogna fornire alle Autorità competenti tutte le informazioni personali, quelle relative al veicolo, alla dinamica e tutti quei dati che possono essere utili alla ricostruzione dell’accaduto. Ovviamente la procedura non cambia in caso di perdita della targa anteriore o posteriore.

Una volta fatta la denuncia e compilato il modulo di riferimento, bisogna ritirare una copia dell’atto compilato e attendere circa 15/20 giorni, ovvero il tempo necessario per escludere definitivamente la possibilità del ritrovamento della targa. Nel caso in cui non dovessero giungere segnalazioni la seconda cosa da fare è recarsi presso ilDipartimento dei trasporti terrestri e compilare il modulo di richiesta di una nuova targa.

Attraverso questa procedura non si richiederà solo una nuova targa, ma verrà anche effettuata una nuova immatricolazione. A questa documentazione bisognerà poi allegare una copia della denuncia effettuata presso il Corpo di Polizia locale, la vecchia carta di circolazione e le ricevute dei versamenti previsti in questo caso. Infatti per ottenere una nuova targa bisogna anche sostenere delle spese, ovvero: un versamento di 9 € sul cc 9001, uno di 29,24 € sul cc 4028, un altro di 50,16 € sul cc 25202003 intestato all'ACI e l’ultimo sul c/c 121012 intestato al Ministero dei Trasporti di 39,71 €.


Quanto tempo serve per la nuova targa?

Tutti la documentazione, comprensiva delle copie delle ricevute dei versamenti, andrà allegata alla domanda di "Reintegro targhe, libretto" presso il Dipartimento dei Trasporti. In attesa di ricevere una nuova targa, potrai circolare con una targa provvisoria che dovrà avere le stesse dimensioni di quella persa. Vi consigliamo di utilizzare unpennarello indelebile e di fissarla per bene alla parte anteriore o posteriore del veicolo.

Trascorsa circa una settimana, dovreste finalmente ricevere la nuova targa, la carta di circolazione e il nuovo certificato di proprietà. Se poi volete evitare questa lunga trafila potrete rivolgervi ad un'Agenzia di Pratiche automobilistiche, ma questo richiederebbe un costo aggiuntivo di 50 euro, che andrebbe a sommarsi a tutti gli altri versamenti citati. A voi la scelta!

Leggi tutti i commenti