Quando sottoscrivi l'assicurazione auto - obbligatoria per legge - puoi decidere di ampliare la copertura assicurativa con delle garanzie accessorie, scegliendo quella più adatta alle tue esigenze. Tra le formule più diffuse tra gli automobilisti rientra sicuramente la polizza cristalli. In questo articolo ti spieghiamo per quale motivo avrebbe senso sottoscriverla e quali sono i vantaggi garantiti. Ecco tutti i dettagli.

Polizza cristalli auto: di cosa si tratta?

Sempre più automobilisti decidono di ampliare la copertura assicurative con la sottoscrizione delle garanzie accessorie, che rappresentano delle formule assicurative "facoltative" mirate a proteggere non solo la vettura, ma anche le persone che si trovano a bordo. Rispetto alla polizza assicurativa obbligatoria, la polizza cristalli per l'auto ti permette quindi di essere tutelato nel caso di rottura dei vetri della tua automobile - parabrezza, lunotto posteriore e cristalli laterali.

È un tipo di garanzia accessoria proposta da diverse compagnie e ti garantisce un risarcimento totale sia per quanto riguarda le spese di riparazione che dagli eventuali costi necessari per il cambio di uno o più vetri. Ma come funziona la polizza cristalli per auto? Tutte le compagnie assicurative che offrono questo genere di polizze risarciscono i danni a seguito di un sinistro al netto della franchigia.

Questa, in parole povere, è raffigurata da una piccola quota fissa (o in percentuale) calcolata sul valore complessivo del danno subito. Ma perché è così importante? Perché la franchigia rimane sempre a carico dell'assicurato. Questo significa che, nel caso in cui il danno subito fosse inferiore alla franchigia, la compagnia non procederà al risarcimento dell'assicurato. Nel caso opposto, l'assicurato si farà carico della franchigia mentre l'assicurazione si occuperà di risarcire il valore restante.

Molte compagnie assicurative consentono di effettuare la riparazione dei vetri danneggiati presso delle officine con le quali hanno sottoscritto delle convenzioni. Questa è solitamente selezionata dalla compagnia assicuratrice seguendo una ricerca minuziosa fra un ventaglio di aziende specializzate nel cambio dei cristalli.

Bisogna ricordare che l'assicurazione non copre tutti danni consequenziali alla rottura del cristallo. Questo significa che, nel caso in cui ti si dovesse rompere un cristallo laterale e la tappezzeria dovesse graffiarsi o rovinarsi al contatto con i vetri, la compagnia assicuratrice non coprirà i costi necessari per la sostituzione degli interni.

Quali documenti occorrono per sottoscrivere la garanzia cristalli?

I documenti necessari per sottoscrivere una polizza sui cristalli dell'automobile sono i seguenti:

● documento di identità in corso di validità;

● libretto di circolazione;

● attestato di rischio.

DA LEGGERE: Incidente stradale con auto in divieto di sosta e fermata: chi ha torto?

Come si è visto, le garanzie per i cristalli dell'auto sono spesso associate ad aziende convenzionate. È il caso di Genialloyd che garantisce ai suoi clienti la riparazione presso i centri Carglass, Doctorglass o Vetrocar. Anche Quixa prevede l'intervento di riparazione presso le officine Carglass e la possibilità di sfruttare l'intervento gratuito anche a casa, e di effettuare la sostituzione del cristallo rotto entro 3 ore dalla consegna al centro assistenza.