Dimenticarsi la scadenza della patente auto potrebbe comportare pericolose conseguenze, come sanzioni fino a 658€ e perfino il ritiro del documento. Per questo è importante ricordarsi di rinnovare la patente prima della data di scadenza indicata, attenendosi alle tempistiche alle modalità previste.

Se non ricordi quando scade la tua patente di guida, in questo articolo troverai tutte le informazioni utili al riguardo. In più, ti parleremo della cosiddetta regola del compleanno, una vera comodità per gli automobilisti più smemorati. Iniziamo subito!

Scadenza patente auto: tutti i periodi di rinnovo

Circolare con la patente auto scaduta è una delle principali cause di multe per gli automobilisti. Oltre alla disattenzione, una delle ragioni del mancato rinnovo potrebbe essere rappresentata proprio dalle tempistiche. Infatti i tempi di rinnovo sono molto estesi e spesso colgono impreparati anche gli automobilisti più diligenti. Ma procediamo con ordine. Ogni patente di guida ha una data di scadenza, infatti la sua validità ufficiale non è infinita, ma legato ad un certo intervallo di tempo. Il rinnovo va eseguito:

ogni 10 anni, fino ai cinquanta anni di età del guidatore;

ogni 5 anni, per i guidatori dai cinquanta ai settanta anni di età;

ogni 3 anni, per i guidatori dai settanta agli ottanta anni di età;

ogni 2 anni, per i guidatori con ottanta o più anni di età.

Ma perché la patente scade? La risposta è molto facile da comprendere: andando avanti nel tempo ognuno invecchia, perdendo la prontezza dei riflessi e anche le l'integrità delle facoltà cognitive, soprattutto vista e udito. Per questo il rinnovo della patente prevede l'obbligo di una vista medica per tutti gli automobilisti, finalizzata quindi ad accertare l'idoneità psico-fisica alla guida.

Tieni presente che l'esito della visita medica potrà essere sia positivo, con successivo rinnovo, che negativo, con eventuali nuovi incontri medici da rieseguire. Se negli ultimi anni hai perso ad esempio tanti decimi di vista, il medico se ne renderà conto, impedendo il rinnovo finché non metterai un paio di occhiali adatti, i quali diventeranno obbligatori alla guida per la patente che ti verrà rinnovata.

Regola del compleanno: come cambia la scadenza della patente?

Per facilitare il rinnovo della patente e il suo rinnovo nei tempi giusti è stata introdotta la "regola del compleanno". Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha imposto l'obbligo di rinnovo della patente nello stesso giorno di nascita dell'automobilista, ovviamente con una periodicità diversa a seconda dell'età. Se ad esempio la tua patente sta scadendo e sei nato il 10 di febbraio, al rinnovo questa avrà una scadenza pari al 10 febbraio + 10 anni dall'anno in corso (2017 e di conseguenza 2027 in questo caso).

DA LEGGERE: Che cosa succede se mi fermano senza patente?

Rinnovare la patente prima della scadenza

A partire da 4 mesi prima della scadenza della tua patente di guida puoi attivarti per effettuare il rinnovo. Ma come fare? Innanzitutto bisogna munirsi di documento di identità, codice fiscale, patente scaduta, certificati sanitari eventuali, ricevute di pagamento per i diritti sanitari e per le imposte, nonché attestato di versamento per la marca da bollo (da pagare comunque sebbene sia in disuso) e fototessere presso un ente autorizzato. Questo può essere l'ASL, la Motorizzazione Civile, l'ACI o in alcuni casi anche le Ferrovie dello Stato.

Qui verrà eseguita una visita e consegnato un apposito documento che farà da sostituto della tua nuova patente, la quale entro 60 giorni ti verrà recapitata direttamente a casa.