Se vuoi vendere la tua auto usata per acquistarne una nuova potresti voler sapere tutto su come funziona la permuta auto. Qui puoi trovare tutte le informazioni sul funzionamento e le diverse situazioni di convenienza di questa pratica sempre più utilizzata.

Permuta auto: come funziona e di cosa si tratta?

Prima di vedere nel dettaglio come funziona la pratica della permuta auto, cerchiamo di capire di cosa si tratta esattamente. Se hai intenzione di acquistare una nuova auto e conseguentemente di vendere quella usata attualmente in tuo possesso le strade da poter seguire sono due. La prima consiste nell'acquisto dell'auto nuova e successivamente nella vendita di quella usata privatamente. La seconda e sempre più utilizzata permette di accordarsi con la concessionaria presso cui vuoi acquistare la nuova auto per il ritiro della vecchia. In questo modo il valore stimato dalla concessionaria per la tua auto usata sarà scontato direttamente dall'acquisto di quella nuova. Questa seconda possibilità prende proprio il nome di permuta.

Non si tratta di un effettivo contratto di vendita, ma di una cessione di un bene da un proprietario all'altro in accordo tra le due parti. In questo senso le norme giuridiche rimangono le medesime di una vendita, tuttavia nella permuta auto non viene fissato alcun tipo di prezzo, dato il conseguente acquisto di un nuovo bene, in questo caso l'auto nuova. In poche parole, stiamo parlando di una forma più evoluta del classico baratto.

Nel caso specifico della permuta auto per l'acquisto di un nuovo modello, le condizioni sono molto chiare. Prima di tutto, la cessione dell'auto usata deve essere necessariamente finalizzata all'acquisto di un'auto nuova presso lo stesso soggetto; il che significa che tale fine deve essere assolutamente regolato e firmato per via contrattuale da entrambe le parti in totale accordo. Secondariamente, per quanto riguarda le spese per il passaggio di proprietà, salvo rarissime eccezioni, di norma queste vengono divise in maniera equa tra il precedente proprietario e la concessionaria che prenderà possesso della vecchia auto usata.

Nel caso entrambe le parti si siano accordate sulla permuta, per completare la procedura sono necessari alcuni documenti specifici:

  • Libretto di circolazione in copia originale
  • Bollo auto in corso di validità e certificato di assicurazione auto
  • Ricevute di avvenuta manutenzione periodica
  • Eventuali comunicazioni circa modifiche o interventi sull'auto
  • Chiavi dell'auto in doppia copia

In caso di mancanza di uno o più documenti, la concessionaria potrebbe deprezzare la valutazione sulla vostra auto in permuta o addirittura annullare il contratto.

DA LEGGERE: Come e quando si paga la tassa di circolazione per un'auto nuova?

Permuta auto: quando conviene?

Dopo aver visto di cosa si tratta e come funziona, vediamo di analizzare i possibili vantaggi e svantaggi relativi alla permuta auto. Innanzitutto, cedere la propria auto in permuta per l'acquisto di un nuovo modello accorcia notevolmente le tempistiche, sia per quanto riguarda la vendita sia per il conseguente acquisto della tua nuova auto. Questo perché entrambe le pratiche vengono avviate e portate a termine contemporaneamente e in accordo con lo stesso compratore/venditore; in questo caso specifico con la concessionaria.

Dall'altra parte, spesso la permuta della tua auto usata comporta una valutazione inferiore rispetto alla massimizzazione ottenibile con una vendita tra privati. La concessionaria, in questo caso, procede ad un'attenta valutazione della tua auto sul mercato dell'usato, tendendo il più delle volte a concedere uno sconto pari al valore minimo stimato. In ogni caso, è anche vero che eventuali promozioni relative alla supervalutazione dell'usato per l'acquisto di un'auto nuova possono ovviare a questo problema, rendendo la differenza tra una permuta ed una vendita privata quasi del tutto indifferenti.

Queste, dunque, sono tutte le informazioni di cui hai bisogno per comprendere il funzionamento, le condizioni e la convenienza della permuta auto.