La scadenza assicurazione auto con tolleranza di 15 giorni è sempre un argomento tabù, su cui non c'è mai chiarezza. In molti pensano che tutti possono godere di questo periodo aggiuntivo bonus per circolare con la propria autovettura senza un'assicurazione auto regolare, ma spesso così non è. Vediamo quindi di capire chi effettivamente può goderne e a cosa si va incontro quando si circola con una polizza scaduta.

Scadenza assicurazione auto: 15 giorni di tolleranza, ma non per tutti

Le leggende metropolitane sulla scadenza dell'assicurazione sono davvero tantissime e molto spesso sono completamente distanti dalla realtà. Le polizze assicurative dedicate alle autovetture sono ovviamente un obbligo sancito dal Codice della Strada, che ogni automobilista è ovviamente tenuto a rispettare quando circola con la propria vettura.

Ogni polizza, in base a un contratto, tutela l'automobilista per un certo periodo di tempo. Ovviamente il tipo di tutela varia in base alle diverse clausole contrattuali: abbiamo la comune RCA (Responsabilità civile autoveicoli), ma anche eventuali protezioni per i cristalli, il furto, l'incendio e via discorrendo. A prescindere da tutto, chi sottoscrive una polizza assicurativa è tenuto a pagare sempre l'importo richiesto dalla compagnia, nei tempi e nei modi pattuiti da contratto.

Tali tempi possono essere differenti: abbiamo infatti polizze trimestrali, semestrali, annuali e via discorrendo. Alla scadenza di questa è talvolta possibile usufruire di 15 giorni di tolleranza, periodo durante il quale si ha tempo per sottoscrivere una nuova rca e, in caso di incidente, sarà ancora la vecchia compagnia assicurativa a farsi carico del risarcimento.

Questa possibilità vale per tutti? No, non proprio. Vale solo per chi ha sottoscritto un'assicurazione a scadenza annuale. Se hai infatti pattuito un contratto di durata annuale, anche se dovessi pagare in tranche da due rate ogni sei mesi, hai il diritto di avere i 15 giorni extra tutelati dalla compagnia assicurativa, all'interno dei quali questa comunque ti copre alla guida per qualsiasi problema o sinistro.

Nessuna polizza assicurativa trimestrale o semestrale può godere di questo speciale periodo promozionale di 15 giorni oltre la scadenza dell'assicurazione auto. Sfatando ogni mito quindi, ti consigliamo di correre ai ripari e di non cullarti, poiché in caso di un eventuale controllo o di un sinistro potresti incorrere in delle sanzioni piuttosto salate.

DA LEGGERE: Assicurazione auto online e tradizionale a confronto: quale è meglio?

Scadenza assicurazione auto: quali sanzioni entro i 15 giorni?

La scadenza dell'assicurazione, qualora non siano in vigore i 15 giorni extra, comporta un'infrazione del Codice della Strada. Tale infrazione, durante i classici controlli di routine effettuati dalle forze dell'ordine, comporterebbe una sanzione che può variare da 841 a 3.287 euro.

Capisci bene quindi che la cosa è delicata: non vale la pena arrivare a questo punto, poiché la multa da pagare potrebbe essere decisamente salata. Inoltre, la sanzione prevede anche il ritiro del mezzo. Se non puoi godere dei 15 giorni extra significa che, durante un controllo o nell'eventualità in cui dovessi causare un sinistro, l'autovettura che guidi verrà sequestrata e dovrai pagare, oltre alla multa, una tassa per riaverla.

Tieni conto che, da quando è entrato in vigore il nuovo tagliando elettronico assicurativo, un controllo delle forze dell'ordine può essere eseguito con estrema facilità anche con qualche secondo e con uno smartphone, senza dover essere quindi necessariamente fermati sulla carreggiata.