Dal 2015, l'attestato di rischio online è diventato realtà. Questa semplificazione porta con sé diversi cambiamenti per gli automobilisti alle prese con il rinnovo e il cambio dell'assicurazione auto: se una volta era necessario farsi inviare l'attestato dalla precedente compagni, ora la procedura è completamente digitalizzata. Senza perder altro tempo, vediamo quindi le nuove regole per la presentazione e consultazione dell'attestato di rischio digitale.

Attestato di rischio online: come funziona?

L'attestato di rischio, innanzitutto, è un documento fondamentale sia per la compagnia assicurativa con cui abbiamo stipulato la polizza auto, sia per lo stesso automobilista. Esso riporta la storia completa della vettura e dell'assicurato degli ultimi 5 anni e si rende necessario sia, appunto, per l'aggiornamento in caso di sinistri, sia al contraente nel caso abbia bisogno di cambiare compagnia assicurativa.

Precedentemente, l'attestato di rischio doveva essere richiesto espressamente alla propria compagnia assicurativa o, in caso si avvicinasse la scadenza della polizza, era la stessa compagnia ad avere l'obbligo di presentare al cliente il documento entro 30 giorni dal termine ultimo.

A partire dal 2015, anche il mondo delle RC Auto ha finalmente iniziato il procedimento per aggiornarsi alle ultime tecnologie telematiche, dematerializzando buona parte della documentazione precedentemente disponibile solo in forma cartacea. Tra questi, un documento spesso necessario proprio per la stipula di una polizza auto è l'attestato di rischio. Dopo l'eliminazione dell'obbligo di esposizione del tagliando assicurativo sulla propria vettura, ora immediatamente verificabile tramite il semplice numero di targa per via telematica, allo stesso modo le società assicurative ed i contraenti hanno la possibilità di verificare ed ottenere l'attestato di rischio online, direttamente consultando le nuove banche dati IVASS.

In tal senso, dunque, la compagnia assicurativa non è più tenuta all'obbligo di inviare l'attestato di rischio al cliente con un contratto prossimo alla scadenza. Allo stesso modo, in caso di cambio di compagnia, il cliente non è più tenuto ad esibire il documento ai nuovi assicuratori in forma cartacea.

Attestato di rischio online: dove è possibile verificarlo?

La consultazione dell'attestato di rischio online può avvenire in diversi modi, in base alle possibilità previste dalla compagnia assicurativa. Ad esempio, diverse compagnie mettono a disposizione un'applicazione dedicata scaricabile direttamente su smartphone, grazie alla quale è possibile, oltre a consultare i propri dati assicurativi ed eventuali scadenze, anche verificare e richiedere il proprio attestato di rischio.

Altre possibilità prevedono l'invio del documento per email. Nel caso la polizza sia stata stipulata tramite un intermediario - ad esempio un broker assicurativo - il cliente può richiedere l'invio o la stampa dell'attestato di rischio senza alcun costo aggiuntivo.

DA LEGGERE: Posso disdire l'assicurazione auto in qualsiasi momento?

Attestato di rischio online: le prossime novità

Con i nuovi attestati digitali, tuttavia, al momento non è cambiato niente per quanto riguarda la validità del documento, fissata ancora ad un massimo di 5 anni. In tal senso, l'IVASS - Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni - sta già operando per un'ulteriore evoluzione per snellire ulteriormente le procedure. In un prossimo futuro, infatti, si prevede che l'attestato di rischio passi da una forma statica, con una scadenza fissa ed un regolare obbligo di rinnovo, ad una dinamica: ciò significa che l'attestato di rischio si aggiornerà automaticamente con i nuovi dati senza più la necessità di ulteriori scadenze periodiche.

Non resta che attendere queste ulteriori evoluzioni che sicuramente sapranno snellire ulteriormente i procedimenti burocratici delle RC Auto.