Ti stai chiedendo in quale periodo dell'anno entra in vigore l'obbligo delle gomme termiche? Allora sei capitato nel posto giusto. In questo articolo cercheremo infatti di porre fine ad ogni tuo dubbio al riguardo.

L'obbligo di montare le gomme termiche - o in alternativa di portare con sé della catene da neve - entra in vigore generalmente tra il 15 di novembre e il 15 di aprile, come specificato solitamente dalla propria assicurazione auto per evitare il pagamento di multe salate. Esistono però diverse tipologie di pneumatici e oltretutto questo obbligo "generale" potrebbe essere non sempre tale, in quanto le singole regioni italiane sono in grado di alterarlo per necessità territoriali.

Gomme termiche obbligo: quali pneumatici comprare

Proprio perché esiste l'obbligo delle gomme invernali o delle catene da neve, potresti chiederti quale sia lo pneumatico migliore da scegliere in vista della stagione fredda.

A questo proposito devi sapere che esistono diverse tipologie di pneumatico invernale. Per essere in regola con i vincoli legislativi italiani, gli pneumatici che dovrai andare a montare devono disporre della sigla M+S (Mud + Snow, cioè fango + neve) impressa sul loro fianco. Queste vengono chiamate gomme "all-season" (tutte le stagioni) e sono il modello "base" di gomme invernali attualmente disponibili sul mercato e con un prezzo minimo di 50€ l'uno.

Se desideri prestazioni migliori sulla neve, dovrai invece optare per un altro tipo di pneumatico, ovvero quello dotato del "Three Peek Mountain Snow Flake", cioè un simbolo figurante un fiocco di neve ed una montagna con tre cime. Queste gomme da neve ti assicureranno il massimo della presa su neve e, di conseguenza, risulteranno essere più sicure nelle zone montuose con frequenti precipitazioni nevose.

Secondo la legislazione italiana, che equipara lo pneumatico da neve alle catene o ai ragni (catene adatte anche a veicoli non adatti alle catene), puoi alternativamente scegliere di non effettuare il cambio gomme, bensì di portare con te delle catene da neve da tenere in auto per utilizzarle all'occorrenza. Ricordati che una volta montate le catene da neve, il limite massimo di velocità in strada sarà di 40 Km/h.

DA LEGGERE: I consigli di SuperMoney per la manutenzione auto invernale

Obbligo gomme termiche: scopri le eccezioni regionali

Come anticipato, il periodo durante il quale è obbligatorio montare le gomme da neve può variare da quello di fissato tra il 15 di novembre e il 15 di aprile. Regioni e province italiane hanno infatti la possibilità di modificare questo periodo di tempo e adottare soluzioni specifiche per il proprio territorio. Ti segnaliamo qui sotto le eccezioni più importanti:

  • Provincia di Aosta, dal 15 ottobre 2016 al 15 aprile 2017;
  • Provincia di Sondrio, dal 15 ottobre 2016 al 30 aprile 2017;
  • Provincia di Vercelli, dal primo novembre 2016 al 15 marzo 2017 su strade di pianura e fino al 30 marzo 2017 su strade di montagna;
  • Provincia di Biella, dal 15 novembre 2016 al 15 marzo 2017;
  • Provincia di Genova, dal primo novembre 2016 al 31 marzo 2017;
  • Regione Calabria, dal 15 novembre 2016 al 31 marzo 2017.

Sanzioni per chi non rispetta l'obbligo delle gomme invernali

Lo Stato Italiano sanziona coloro che vengono beccati a non rispettare la legge per quanto riguarda l'obbligo di montare gli pneumatici invernali o semplicemente di portare con sé delle catene da neve.

La sanzione scatta dopo 30 giorni dall'entrata in vigore dell'obbligo ed ha un costo minimo di 41€ (se vieni fermato per un controllo nei centri abitati) o di 84€ (se vieni fermato per un controllo fuori dai centri abitati). In autostrada la multa aumenta, passando da un minimo di 80€ a un massimo di 318€. Se la multa viene pagata entro 5 giorni dal ricevimento della stessa avrai diritto a uno sconto del 30% sull'importo.

Alti sono i rischi anche per chi viene colto a montare pneumatici da neve dopo un mese dal termine della fine dell'obbligo. In questo caso la multa si applica solo sugli pneumatici con indice di velocità inferiore a quello indicato sul libretto di circolazione e la sanzione va da un minimo di 422€ ad un massimo di 1682€.