Se sei un collezionista di moto d'epoca e hai bisogno di conoscere le formule migliori e i passaggi necessari per assicurarle, in particolar modo se la tua preziosa collezione è particolarmente numerosa, questo articolo ti può essere molto utile. Qui troverai infatti tutte le informazioni di cui hai bisogno per l'assicurazione moto d'epoca, da non confondere con l'assicurazione moto classica, con particolare attenzione sui requisiti necessari per poterla sottoscrivere.

Assicurazione moto d'epoca: esistono delle polizze specifiche?

L'assicurazione moto d'epoca è evidentemente indirizzata a tutti i proprietari di moto che sono iscritte al registro ASI (Auto Storiche Italiane) oppure al FMI (Federazione Moto Italiane). Esistono alcune cose da stabilire prima di poter andare presso uno di questi centri a registrare la propria moto.

Chi è alla ricerca di una assicurazione moto d'epoca lo fa perché sono presenti diverse agevolazioni per quanto riguarda le imposte sul mezzo. Infatti, grazie alla norme attualmente vigenti, tutti i mezzi che sono stati immatricolati da più di 20 anni possono scegliere delle assicurazioni con contratti estremamente convenienti, tutte all'interno del tetto massimo dei 400 euro all'anno.

Questo perché si rientra all'interno di una categoria a parte di classe di merito che si muove al di fuori del classico sistema bonus malus. Prima di sottoscrivere una polizza assicurativa, ti conviene rivolgerti alla Motorizzazione Civile per constatare se il mezzo in tuo possesso è considerato d'epoca oppure di "interesse storico". Fanno parte di questa categoria tutti i mezzi radiati dal Pubblico Registro Automobilistico in quanto destinate alla conservazione in musei o locali pubblici e privati.

Fanno quindi riferimento a questa categoria i mezzi che si vedono durante le manifestazioni pubbliche, condizione in cui il divieto al libero transito viene momentaneamente sospeso previa autorizzazione della Motorizzazione.

DA LEGGERE: Bollo auto storiche: dopo quanti anni si è esenti?

Quali sono i requisiti per sottoscrivere un'assicurazione moto d'epoca?

Per quanto riguarda i requisiti necessari a sottoscrivere un'assicurazione per moto storiche, il primo è rappresentato, come precedentemente spiegato, dall'età del mezzo, che non deve essere inferiore ai 20 anni dalla prima immatricolazione. La moto deve essere tenuta in buone condizioni e con piene possibilità di circolazione, con conseguente regolarità nelle revisioni periodiche.

Secondariamente, il veicolo deve essere ufficialmente riconosciuto nel suo valore storico, certificando l'iscrizione all'ASI - Automotoclub Storico Italiano - che procederà all'approvazione della moto se presente all'interno delle liste ufficiali dei mezzi riconosciuti. Per effettuare l'iscrizione all'ASI, inoltre, è necessario un passaggio intermedio iscrivendosi a un club o un'associazione federata proprio con l'ASI, la cui quota di iscrizione dovrà essere regolarmente versata per i rinnovi annuali. Tra questi, giusto per fare un esempio, uno dei club maggiormente utilizzati per l'iscrizione all'ASI, è l'FMI - Federazione motociclistica italiana.

Infine, per sottoscrivere una polizza per auto e moto storiche il richiedente deve avere un'età minima di 23 anni.

Questi, dunque, sono tutti i requisiti e i passaggi necessari alla sottoscrizione di una polizza assicurativa per moto d'epoca.

Convenzioni per assicurazione moto d'epoca

La Federazione Motociclistica Italiana ha preso importanti accordi con l'agenzia Bartolini & Mauri in cui sono previsti dei forti risparmi per le assicurazioni sui motoveicoli d'epoca. Esempio lampante è la formula "Oldtimer" che, per i tesserati FMI e con motoveicoli iscritti al Registro Storico, permette di usufruire di due tipi di agevolazioni in base alla data di prima immatricolazione. Se possiedi una moto immatricolata da più di 25 anni puoi accedere ad una formula il cui costo si attesta a 145 euro all'anno; di contro, se possiedi un motoveicolo con prima immatricolazione inferiore a 25 anni, la formula Oldtimer prevede un costo di 195€.

Alcune considerazioni: il modello informativo prevede che ciclomotori e motocicli non possono essere cumulati in polizza. Nel caso in cui dovessero essere presenti mezzi in riferimento alla stessa categoria è necessario emettere due polizze distinte. Durante la stipula dell'assicurazione è possibile inserire fino ad un massimo di 4 conducenti purché abbiano superato l'età minima di 21 anni.

Nel caso in cui sei in possesso di un mezzo con più di 30 anni di immatricolazione, è prevista una polizza assicurativa di appena 100 euro all'anno. Infine, ricorda che secondo quanto stabilito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, ogni governo locale può modificare le aliquote nel limite massimo fissato dall'articolo 24 comma 1 del Decreto Legislativo 504/92 tra il 90% ed il 110% degli importi vigenti nell'anno precedente.