Rispettare le norme previste dal Codice Stradale e garantire la sicurezza delle persone che viaggiano sul proprio veicolo dovrebbe essere la priorità di ogni automobilista, soprattutto quando si parla di minori. L'articolo 172 del Codice della Strada prevede infatti l'uso obbligatorio di cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per i bambini e l'obbligo per il conducente di verificare la "persistente efficienza dei dispositivi". Per garantire una maggiore sicurezza dei minori che viaggiano in auto scatteranno dal 1° gennaio 2017 delle nuove regole per quanto riguarda la scelta e l'uso dei seggiolini auto per bambini.

Quali saranno le nuove regole da seguire per la scelta dei seggiolini auto? 

Dal prossimo anno cambieranno le normative ECE R44/04 e R129 che stabiliscono i parametri da adottare per la scelta del seggiolino auto, ovvero il peso e l'altezza del bambino. La prima novità – che scatterà da gennaio 2017 – riguarderà la normativa R44/04 introducendo - anche per i bambini fino a 125 cm di altezza - l'obbligo di viaggiare su rialzi e dotati di schienale.

L'obbligatorietà dello schienale richiederà un progressivo adattamento anche da parte delle case di produzione, che potranno continuare a vendere solo per periodo limitato i rialzi privi di schienale. Le tempistiche non sono state ancora definite, ma di certo non sarà immediato se si considera che la norma R44-04 è articolata in cinque gruppi: il gruppo 0 (per bimbi sotto i 10 kg), il gruppo 0+ (sotto i 13 kg), il gruppo 1 (9-18 kg), il gruppo 2 (15-25 kg) e il gruppo 3 (22-36 kg).

La seconda novità riguarderà la modifica della normativa la R129 e riguarderà i seggiolini auto destinati ai bambini a partire dai 100 cm di altezza in poi. Dalla prossima estate cadrà l'obbligatorietà del sistema ISOFIX (il sistema di standardizzazione dell'aggancio tra i seggiolini auto per bambini previsti dal codice della strada ed un sedile di automobile) per i bambini da 100 a 150 cm lasciando ai genitori la facoltà di scegliere la modalità di installazione che preferiscono. Anche in questo caso persiste l'obbligo di sedute dotate di schienale. Resterà invece invariato l'obbligo di posizionare i seggiolini che ospitano bimbi fino a 15 mesi in senso contrario alla marcia del veicolo.

Da leggere: Bimbi in auto: in 4 casi su 10 non viaggiano correttamente

Maggiore sicurezza sulle strade

Il tema della sicurezza dei bambini che viaggiano in auto rappresenta ormai da tempo una priorità per le istituzioni. Gli incidenti stradali sono infatti una delle prime cause di morte dei minori di età compresa tra i 5 e 12 anni. Oltre al mancato utilizzo di seggiolini, rialzi e cinture di sulla sicurezza, tra le cause più diffuse e alla base di molti incidenti ci sarebbe anche la continua violazione delle norme più elementari del Codice della Stradale.

Una vera e propria emergenza che portato ad aumentare i controlli sulle strade e a inasprire le sanzioni per tutti gli automobilisti colpevoli di eventi che possono minacciare la sicurezza degli altri automobilisti e pedoni. Non ci sarà alcuna tolleranza per i casi di superamento dei limiti di velocità o per il mancato rispetto delle nuove direttive per la revisione dei veicoli. Chiunque sia colpevole di queste situazioni sarà costretto a pagarne le conseguenze.