Dopo aver parlato dei documenti necessari e dei controlli che bisogna fare per andare in Spagna in auto, questa volta spostiamo la nostra attenzione su altri luoghi e nuove destinazioni, informandoci su cosa serve per andare in Germania in auto. Anche in questo caso dovrai verificare la sicurezza del veicolo e tutti i documenti da portare con te in viaggio che potrebbero essere richiesti in caso di controlli da parte delle autorità locali. Del resto perché rovinarsi le vacanze con inutili complicazioni e peggio ancora con delle multe salate da pagare?

Da leggere: Cosa serve per andare in Francia in auto?

Andare in Germania in auto: cosa bisogna sapere?

Se dunque hai deciso di trascorrere le tue vacanze estive all'estero e quindi di raggiungere la Germania in auto, ti consigliamo di informarti sulle principali normative del codice della strada, e in modo particolare: sulla patente di guida, i trasporti, i limiti di velocità, le strade a pedaggio e tutte le norme di sicurezza locali. Trattandosi di un Paese dell'Unione Europea, anche la norme del codice stradale della Germania non prevedono particolari differenze rispetto a quello italiano. Quindi prima di partire dovrai portare con te i seguenti documenti:

· carta d'identità valida;

· la tua patente di guida;

· il libretto di circolazione.

Anche in questo caso non è obbligatorio portare con sé la Carta Verde, ovvero il Certificato Internazionale di Assicurazione di Responsabilità Civile. Tuttavia se ne sei già in possesso farai bene a portarlo con te perché potrebbe fornirti una copertura assicurativa maggiore. A tal proposito ti ricordiamo che molte compagnie assicurative rilasciano questo documento gratuitamente, a seguito della sottoscrizione del contratto di assicurazione auto. In altri casi dovrai invece richiederlo e pagare un piccolo contributo per il rilascio.

Se possiedi anche un'assicurazione a copertura di tutti i rischi, prima di partire informarti presso la compagnia assicuratrice se le condizioni di copertura sono ancora valide nel caso di spostamento in un paese diverso da quello di residenza. Se poi dovessi guidare una vettura diversa dalla tua ti consigliamo di portare con te un un'autorizzazione scritta e firmata, in carta semplice, dal proprietario indicato sul certificato di immatricolazione.

Rispetta i limiti di velocità

Come in ogni altro Paese dell'UE, anche in Germania è obbligatorio il rispettare i limiti di velocità che non variano di molto rispetto a quelli applicati in Italia. Per evitare multe ti consigliamo di attenerti scrupolosamente alle indicazioni dei cartelli stradali, infatti i rilevatori fissi di velocità e le postazioni mobili della polizia sono piuttosto frequenti in Germania. Inoltre, proprio con lo scopo di incentivare i controlli e la sicurezza sulle strade, la polizia ricorre anche ad "auto in borghese", tutte dotate di rilevatori di velocità. I limiti di velocità consentiti prevedono:

in città: 50 km/h, come in Italia, ma in molte zone residenziali il limite può scendere anche a 30 km/h;

su strade statali: 100 km/h, mentre in Italia è di 90 km/h, a meno che non ci siano cartelli che riportino dei valori di velocità diversi;

in autostrada: non bisogna attenersi al rispetto di alcun limite di velocità (in Italia 130 km/h). Tuttavia in molti tratti della rete autostradale la velocità massima è limitata e prevede il rispetto dei 100 o 120 km/h. Percorrendo l'autostrada potresti anche trovare dei cartelli blu con l'indicazione di 130 km/h, in questo caso non si tratta di un limite ma di una "velocità consigliata in autostrada".

Come per qualunque altro viaggio, anche in questo caso è necessario fare i dovuti controlli al veicolo. Motore, pressione dei pneumatici, aria condizionata, funzionamento dei tergicristalli sono i principali aspetti da tenere sotto controllo. Inoltre, se viaggi con bambini non dimenticare di usare un seggiolino a norma di legge e adatto all'età del piccolo passeggero.