Uno degli incubi peggiori degli automobilisti è quello di parcheggiare la propria automobile in strada per poi ritrovare la vettura rigata o incidentata una volta tornati a riprenderla al posteggio dove l'avevano lasciata.

Purtroppo, soprattutto se si utilizza l'automobile nelle caotiche e trafficate città e non si dispone di un box privato o non si ha la possibilità di lasciare il proprio veicolo in un parcheggio sorvegliato, le probabilità di ritrovarsi l'auto posteggiata in strada danneggiata sono piuttosto elevate.

Come comportarsi quindi in caso di auto parcheggiata trovata rigata o incidentata? Nel malaugurato caso in cui anche tu dovessi trovarti a fare i conti con un episodio del genere, qui di seguito trovi i comportamenti da seguire selezionati dagli esperti di SuperMoney.

Fai una denuncia contro ignoti

In caso di auto parcheggiata trovata rigata o incidentata, il primo consiglio che ti diamo è quello di recarti presso una stazione di polizia o dei carabinieri e di presentare la cosiddetta denuncia contro ignoti. A questo proposito ricordati di inserire nel documento di denuncia una descrizione dettagliata di tutti i danni riscontrati sul tuo veicolo.

Una volta fatto questo, l'autorità giudiziaria ti rilascerà una copia della denuncia che dovrai conservare e, qualora volessi fare domanda di risarcimento del danno, inviare alla tua compagnia assicurativa come allegato alla tua richiesta di rimborso.

DA LEGGERE: Incidente stradale: quando chiamare la Polizia?

Richiedi il risarcimento danni alla tua compagnia assicurativa

In secondo luogo, come anticipato, potrai provare a inviare una richiesta di risarcimento dei danni alla compagnia assicurativa presso la quale hai sottoscritto la tua polizza RCA. A questo proposito, però, devi sapere che l'assicurazione avvierà l'iter per l'eventuale rimborso del danno solo nel caso in cui tu abbia sottoscritto una garanzia accessoria sul tuo veicolo e, in particolare, un'assicurazione auto per atti vandalici.

Si tratta di una polizza facoltativa che copre, come si evince dal nome, gli atti vandalici sulle vetture, ovvero i danni conseguenti di comportamenti dolosi come sommosse, cortei violenti e atti di vandalismo. Se hai integrato la tua RC Auto di base con questa polizza facoltativa, la compagnia assicurativa incaricherà un perito per stabilire l'entità e la natura dei danni.

Qualora la richiesta di risarcimento sia accettata dalla tua assicurazione, è importante sottolineare che il rimborso copre l'intero valore del danno solo se quest'ultimo è superiore a una soglia minima fissata come da contratto. Inoltre, ti ricordiamo che la polizza per atti vandalici copre esclusivamente il danneggiamento della carrozzeria e che quindi non rimborsa, ad esempio, i danni a vetri e parabrezza.

Nel caso in cui invece possiedi un'assicurazione auto senza la garanzia accessoria per atti vandalici, ottenere il rimborso dei danni della tua macchina non sarà così facile a meno che tu non riesca a rintracciare il responsabile del sinistro o a trovare un testimone che siano riuscito a prendere nota della targa del colpevole del danno subito in modo da risalire così ai suoi dati personali.

Installa una telecamera sul cruscotto

Infine, proprio perché cogliere in flagrante il vandalo è molto difficile, una buona soluzione contro gli atti vandalici potrebbe essere quella di installare delle apposite telecamere da cruscotto che, dotate di infrarossi permettono di riprendere l'eventuale responsabile di comportamenti dolosi a danno della tua vettura anche di notte.