Il prezzo dell'assicurazione auto si basa su molti parametri differenti, uno fra tutti la tipologia di vettura. A influenzarne l'importo, però, oltre a marca, modello e cilindrata, quanto concorre il tipo di alimentazione? In parole più semplici: costa di più l'RCA di un'auto a benzina, diesel, gpl oppure a metano? Spesso quando acquistiamo un'auto, non teniamo conto di queste informazioni, scegliendo l'alimentazione del veicolo solo in base alle nostre esigenze in fatto di chilometri da percorrere, utilizzo della macchina e consumi. Di conseguenza, guardiamo al prezzo del carburante e a quanto spenderemmo nel lungo periodo, senza contare che questo potrebbe anche influenzare il costo dell'RCA.

Prezzo dell'assicurazione auto: il tipo di veicolo e l'alimentazione

Per quanto riguarda il rapporto tra assicurazione auto e tipo di veicolo, devi sapere che un'auto più potente fa aumentare il premio assicurativo: incide soprattutto in questo senso il numero di cavalli. La regola generale è che ogni due cavalli, aumenta il premio. Quindi, quando acquisti l'auto, devi tenere conto anche della potenza del motore: numero di cavalli e cilindrata in primis.

Ma anche l'alimentazione del veicolo è una voce molto importante. Infatti, un'auto con motore diesel è facile che abbia un RCA più cara rispetto a un'auto a benzina. Un discorso a parte meritano le auto elettriche, perché godono di una grande quantità di agevolazioni fiscali volute dallo Stato per incentivare l'acquisto di questo genere di auto, meno inquinanti rispetto a quelle che viaggiano con carburanti più tradizionali.

E per quanto riguarda le auto a metano e gpl? Questo tipo particolare di macchina, non gode delle stesse agevolazioni e, oltretutto, in certe zone d'Italia sono penalizzate per quanto riguarda il costo del premio assicurativo. Infatti, le compagnie assicurative fanno un ragionamento particolare quando si parla di auto a metano e gpl: in genere questa tipologia di vettura percorre più chilometri rispetto alle macchine tradizionali, quindi aumenta la possibilità che rimangano coinvolte in qualche incidente.

Assicurazione Auto Gpl Approfondimento

In questi ultimi anni si è visto un incremento importante di auto a GPL, e non solo anche i veicoli alimentati a metano hanno avuto avuto un'impennata di vendite. Tutto questo perché le energie alternative, si sa, costano meno, e dunque fare rifornimento per i possessori di questo tipo di veicolo è conveniente.

C'è un solo svantaggio per chi possiede un autoveicolo a GPL, si tratta del rincaro della Rc Auto. Un'assicurazione auto Gpl può costare di più di un'assicurazione auto di un veicolo a benzina e/o diesel. Spesso il premio leggermente più alto è dovuto al rischio di incendio a cui i mezzi a Gpl sono esposti.

Detto questo, sono pochi euro di differenza, coloro che possiedono un veicolo a Gpl in alcune regioni italiane, beneficiano dell'esenzione del pagamento del bollo. Tutelarsi con una polizza furto-incendio per chi possiede questo tipo di mezzi è la scelta migliore in assoluto.

DA LEGGERE: Assicurazione auto online e tradizionale a confronto: quale è meglio?

Prezzo dell'assicurazione auto e carburante: facciamo una comparazione

Una volta scoperto che il prezzo dell'assicurazione auto varia sulla base dell'alimentazione, abbiamo deciso di fare delle simulazioni in modo da poter comparare i prezzi e vedere quanto effettivamente siano diversi. Per decidere, abbiamo creato il profilo di un'automobilista milanese, impiegato presso un'azienda privata che acquista una Fiat Punto Street nuova. Il contraente è in CU 1 e non ha mai utilizzato la Legge Bersani, quindi si tratta di una classe 1 naturale. La vettura sarà parcheggiata per strada e sarà utilizzata soprattutto per effettuare il percorso strada-lavoro e per il tempo libero, senza nessun tipo di antifurto satellitare.

La Fiat Punto Street è disponibile in quattro configurazioni diverse: benzina, diesel, benzina+gpl e benzina+metano. Andiamo a vedere i prezzi delle RCA che la nostra comparazione ha trovato.

Per la Punto Street a benzina è stato scelto un modello con 1.2 di cilindrata, 69 cavalli e 5 porte. Al netto di sconti e promozioni, l'offerta più conveniente è quella di Genialloyd, che ci propone una polizza RCA da 348€ annuali. I massimali di copertura dei danni sono di 6.000.000€ sia per le cose che per le persone.

Per quanto riguarda l'alimentazione a diesel, la Punto Street monta un motore 1.3 da 75 cavalli. Per fare in modo che il confronto rimanga tra le configurazioni e non tra compagnie diverse, teniamo conto sempre dell'offerta di Genialloyd. In queto caso, la polizza RCA ha un costo di 387€, parecchio più alto rispetto a quella che ci aveva offerta per la Punto a benzina.

Per quanto riguarda la versione con GPL, il modello si chiama Punto Street Easypower e monta un motore da 1.4 cilindri. Genialloyd, in questo caso, ci offre una polizza RCA da 359€, un po' più cara rispetto a quella benzina, ma sempre meno di quella diesel.

Infine, vediamo quanto costerebbe una polizza RCA Genialloyd per la Punto Street Naturalpower, ovvero la versione a metano. Sempre prendendo come riferimento un motore 1.4, il premio annuale sarebbe di 359€, uguale a quello dell'allestimento con GPL.

Insomma, come abbiamo visto, se non hai intenzione di acquistare un'auto elettrica, l'alimentazione a benzina è sicuramente quella meno costosa per quanto riguarda il prezzo dell'assicurazione auto.