Cambiare residenza comporta molti problemi burocratici che non si limitano solamente ad aggiornare l'indirizzo a cui si va ad abitare. Molti documenti, infatti, sono legati al nostro indirizzo di casa e spesso non ce ne rendiamo conto. Uno di questi è l'assicurazione auto che lega il nostro nome alla targa della nostra macchina ma anche al nostro indirizzo di residenza. Quindi, se cambio residenza devo comunicarlo all'assicurazione? Quali altri documenti che riguardano l'automobile devo aggiornare? Andiamo a vedere tutte le procedure nel dettaglio.

Cambio residenza e assicurazione auto

Se hai un'automobile assicurata a tuo nome devi sempre avvisare la compagnia assicurativa di un eventuale cambio di residenza perché il tuo indirizzo è indicato sul contratto e dev'essere per forza aggiornato. Ma non solo, il posto in cui abiti influisce in maniera attiva sull'ammontare del premio assicurativo. Infatti, in caso di cambio di residenza aspettati o un aumento o una diminuzione del premio dalla scadenza del contratto oppure dalla rata successiva.

Se non comunichi il cambio di residenza alla compagnia assicurativa della tua assicurazione auto, in caso di incidente rischi di trovarti di fronte a una liquidazione parziale del rimborso a cui avresti diritto. La compagnia potrebbe addirittura avviare un'azione di rivalsa totale nei tuoi confronti, mettendoti così nella situazione di dover restituire tutta la cifra che le faresti spendere.

Cambio residenza e assicurazione auto: la Legge Bersani

In alcuni casi, il cambio di residenza può rappresentare una possibilità per migliorare la propria classe di merito. Questo avviene grazie alla Legge Bersani che ti permette di ereditare la classe di merito di un familiare convivente. Attenzione però: avere la stessa classe di merito non significa pagare lo stesso premio assicurativo, poiché questo è determinato e influenzao da molti fattori diversi.

La classe di merito acquisita con la Bersani non viene più persa, anche in caso di un ulteriore cambio di residenza. Nonostante certe compagnie potrebbero dirti il contrario, sappi che è considerata una classe universale ed è tuo diritto mantenerla. Attenzione, però, che se cambi spesso residenza tornando a quella precedente, potrebbero revocarti la classe di merito ottenuta con la Legge Bersani poiché il testo legislativo parla di "convivenza stabile" tra parenti.

DA LEGGERE: Se cambio assicurazione mantengo la classe di merito?

Cambio di residenza e documenti dell'auto

È più complicata la questione che lega il tuo cambio di residenza ai vari documenti in quanto possessore di un'auto. Questi documenti, infatti, vanno aggiornati al più presto e bisogna attivare diverse procedure burocratiche per poterlo fare.

Prima di tutto, devi recarti negli uffici del nuovo Comune di residenza portando con te un documento di identità, la patente, le targhe del veicolo e il modulo di richiesta (che dovresti trovare al municipio stesso oppure sul sito del Comune). Al termine della procedura dovresti ricevere un documento da tenere insieme al tuo Libretto di Circolazione in caso di controllo da parte delle forze dell'ordine, almeno finché non ti arriverà per posta il tagliando di aggiornamento.

Il Comune, a quel punto, avviserà del tuo cambio di residenza l'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile che ti spedirà un tagliando adesivo che dovrai incollare sul Libretto di Circolazione. La Motorizzazione Civile, a sua volta, aggiornerà con il tuo cambio di residenza il Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Mentre la tua pratica viene evasa, puoi sempre avere informazione e aggiornamenti telefonando al numero verde 800/232323.

Una volta che la procedura è terminata correttamente, il tuo cambio di residenza è ufficialmente registrato, anche se il tuo Certificato di Proprietà del veicolo riporterà ancora il vecchio indirizzo. Se vuoi aggiornare anche quello, devi richiedere al PRA il rilascio del documento aggiornato presentando il Certificato di Proprietà e una copia del Libretto di circolazione già aggiornato dalla Motorizzazione Civile.

Potresti evitare tutti questi problemi burocratici aspettando ad effettuare il cambio di residenza una volta che la tua polizza auto è scaduta. Così, non solo risparmieresti molto tempo, ma avresti la possibilità di confrontare le assicurazioni auto e trovare un'offerta più conveniente presente sul mercato. Così, puoi procedere col cambio di residenza e poi richiedere la nuova assicurazione con il nuovo indirizzo.