SuperMoney
0236571853

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0236571853

Lun-Ven • 9-13/15-19

Come funzionano le classi di merito dell’assicurazione auto?

-

Vediamo quali sono le più recenti modifiche del sistema delle classi di merito di un’assicurazione auto

Guarda le immagini

Com funzionano classi di merito assicurazione auto Com funzionano classi di merito assicurazione auto

Quando stipuliamo un'assicurazione auto ci troviamo inseriti in una classe di merito e iniziamo a far parte di quel sistema chiamato bonus/malus per il quale passiamo da una classe all'altra in base al nostro comportamento alla guida. Ma come funziona questo sistema dopo le ultime modifiche della legge? E quali diritti devono assicurarci le compagnie assicurative?

Che cosa sono le classi di merito e i bonus/malus nell'assicurazione auto

Le classi di merito non sono altro che categorie dentro le quali siamo classificati dalle assicurazioni auto sulla base della frequenza con cui facciamo incidenti e dell'entità di questi. Sono uno dei tanti parametri, oltre al'area geografica, all'età, agli anni di conseguimento della patente e al tipo di veicolo assicurato, utilizzati per calcolare il premio assicurativo e vengono espresse secondo una scala costituita da varie posizioni che possono essere perse o guadagnate dall'assicurato in base al numero dei sinistri.

Le classi di merito vanno dalla 18, che è la peggiore, alla 1, ovvero la migliore. Si parte direttamente dalla 14 e si sale di una ogni anno senza incidenti mentre, in caso di sinistro, si scende di due. Il documento che certifica la classe di merito è detto attestato di rischio. Esistono assicurazioni che offrono classi superiori alla 1, chiamandole 1a, 1b etc., dedicate a guidatori veramente prudenti ai quali offrono premi assicurativi più bassi degli altri.

Da leggere: Le migliori polizze Rc auto per chi vuole risparmiare

Quali sono le ultime novità in fatto di classe di merito e assicurazione auto

Molte sono state negli ultimi anni le novità in fatto di classe di merito e bonus/malus nel panorama del'assicurazione auto. Alcune riguardano cosa succede in caso di malus, ovvero della discesa a una classe inferiore:

  • Il malus non può più essere tacito: la compagnia deve avvisarci in caso di discesa a una classe inferiore preventivamente e in tempi brevi;
  • Le assicurazioni non possono più far scendere di classe di merito l'assicurato finchè non sia stato accertato il danno.

È di recente approvazione un emendamento del nuovo DDL Concorrenza per il quale chi cambia assicurazione mantiene la stessa classe di merito, senza alcuna retrocessione. Prima, infatti, chi disdiceva un contratto e ne firmava uno nuovo veniva considerato un nuovo assicurato e ripartiva dalla classe di merito 14, cancellando così anni di buona guida. Lo stesso emendamento, inoltre, vieta alle compagnie assicurative di applicare criteri di progressione e attribuzione di classi di merito interne in base alla durata del rapporto contrattuale con il cliente, cosa che di fatto rappresenterebbe un ostacolo alla mobilità degli automobilisti tra diverse società assicurative.

Altre importanti novità riguardano la possibilità di estendere la classe di merito:

  • La classe di merito può essere estesa a un altro veicolo, purchè sia un nuovo acquisto e non uno preesistente;
  • La classe di merito può essere estesa anche a un parente, purchè faccia parte dello stesso nucleo familiare e, di nuovo, purchè avvenga in caso di acquisto di un veicolo (nuovo o usato) e non di uno già esistente.

Per evitare il malus, alcune compagnie hanno lanciato un'importante novità: in caso di sinistri non troppo onerosi, la compagnia si offre di risarcire direttamente la persona colpita dal danno evitando così la discesa in una classe di merito inferiore e un premio assicurativo più alto per i due anni successivi, spesa che probabilmente supererebbe la cifra per risarcire il danno.

TAG assicurazioni auto on line , polizza moto , polizze assicurative

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?