I lettori di SuperMoney News conoscono tutte le novità del DDL Concorrenza in materia di assicurazione auto, e conoscono quanto sia importante questo provvedimento governativo per la "rivoluzione" del settore Rc Auto.
Oltre al Decreto, però, si è occupata di assicurazioni auto anche la Legge di Stabilità, che, tra le altre cose, prevede l'aumento dei controlli per coloro che viaggiano senza copertura assicurativa.

Secondo la Norma le nuove funzioni dei sistemi elettronici introdotti sulle strade per i controlli, quali autovelox, autoscan, tutor, varchi elettronici e Telepass, interfacciandosi con un database aggiornato dalla Motorizzazione e dalle compagnie assicurative, sono fondamentali per combattere i 4 milioni di automobilisti che circolano senza essere in regola con il pagamento dell'assicurazione auto, e quelli privi di revisione e/o bollo.
Come tutte le novità, anche in questo caso potrebbero sorgere dei problemi di legittimità dei controlli e, dal punto di vista legislativo, di contrasto con il DDL Concorrenza.

Legge di Stabilità: le telecamere devono essere ancora omologate

La prima spinosa questione è di fondamentale importanza: il Ministero dei Trasporti deve omologare le telecamere e tutti quei sistemi che la Legge di Stabilità prevede vengano utilizzati per combattere gli evasori: se questa pratica non viene regolarizzata si può in ricorsi da parte degli automobilisti multati, perché la normativa non è trasparente.
Dal 2010 c'è attesa per il Decreto Ministeriale che sancisca la divisione dei proventi da autovelox tra Comuni ed enti possessori delle strade extraurbane, ma ancora non ci sono novità.
Per quanto riguarda la collocazione degli "occhi elettronici" fuori dai centri abitati, specifichiamo che i Prefetti hanno il compito di deciderne l'installazione in base a dei parametri che tengono conto del tasso di incidenti e delle condizioni strutturali, di traffico e plano-altimetriche: questi "ritardi" burocratici sono un ostacolo per l'applicazione delle normative.

DA LEGGERE: Evasione "assicurativa", le ricette dei Paesi europei

Assicurazione auto e DDL Concorrenza: rischio incidente con la Legge di Stabilità?

Il secondo problema che può sorgere con questa "rivoluzione" in campo assicurativo riguarda il confronto tra DDL Concorrenza e Legge di Stabilità: il Disegno di Legge sostiene che, qualora venissero rilevate violazioni in materia di assicurazione auto, non è più necessario l'intervento delle Forze dell'Ordine, se l'accertamento viene fatto tramite apparecchiature elettroniche automatiche e omologate.

La stessa cosa dice la Legge di Stabilità, facendo però riferimento al database della Motorizzazione e delle compagnie assicurative, al contrario del DDL Concorrenza.
Questa " duplicazione" normativa può causare confusione e lentezza nell'applicazione delle norme, rallentando anche i processi che potrebbero portare al regolarizzazione delle apparecchiature elettroniche, così da evitare inutili richieste di rimborso e risarcimento da parte degli evasori che potrebbero passare dal torto alla ragione, per mancanze legali facilmente colmabili.
Evitare il tamponamento tra i due testi di Legge potrebbe garantire una maggior sicurezza sulle strade e uno snellimento dei tempi di applicazione così da favorire gli automobilisti virtuosi.