Dal 18 ottobre scorso non c'è più l'obbligo di esporre il contrassegno Rc auto (il tagliandino giallo, per intenderci). Tutte le informazioni relative alla copertura assicurativa della tua auto saranno infatti trasmesse dalla tua compagnia ad un database centralizzato, al quale le Forze dell'Ordine potranno accedere per effettuare controlli in tempo reale grazie ad appositi lettori di targhe.Nonostante questo cambiamento ti ricordiamo però che il certificato di assicurazione cartaceo va comunque tenuto sempre a bordo del veicolo, insieme a tutti gli altri documenti obbligatori quando si circola in auto.

Contrassegno Rc auto vs. certificato di assicurazione

Mentre il primo non è più obbligatorio, al punto tra qualche mese che le compagnie non lo forniranno più ai propri clienti nemmeno per puro scopo informativo, il secondo deve comunque essere tenuto a bordo quando si circola. In caso di incidente, il certificato di assicurazione è infatti fondamentale per reperire tutti i dati relativi alla propria polizza e alla compagnia assicurativa che l'ha emessa, e poterli così fornire alla controparte. I nomi delle compagnie assicurative di entrambe le parti coinvolte sono infatti un'informazione essenziale per la corretta compilazione della denuncia di sinistro e della conseguente richiesta di risarcimento.

DA LEGGERE: Scatola nera e sconti sulle polizze: quanto dureranno?

Dematerializzazione settore Rc auto

L'abolizione del contrassegno cartaceo non è che una delle tante iniziative facenti parte di un più ampio processo di digitalizzazione del settore assicurativo. Dallo scorso luglio anche l'attestato di rischio è diventato esclusivamente digitale, così come più recentemente anche il certificato di proprietà del veicolo. Entrambi i documenti saranno disponibili in formato digitale e potranno essere consultati grazie ad apposite credenziali fornite al momento dell'acquisto della polizza nel primo caso, o del veicolo stesso nel secondo caso.

Altri documenti obbligatori quando si circola

Oltre al certificato di assicurazione, ti ricordiamo brevemente che ci sono altri documenti obbligatori quando si è alla guida di un'auto. Al primo posto, ovviamente la patente di guida, prestando bene attenzione che non sia scaduta e ricordandosi ogni volta di procedere al rinnovo secondo le modalità indicate qui entro i tempi stabiliti. Inoltre, devi tenere sempre nel portaoggetti della tua auto il libretto di circolazione e, anche se non è obbligatorio, ti consigliamo caldamente di conservarci anche una copia del modulo blu per la constatazione amichevole di incidente.