Premettiamo una cosa che è sempre buona norma sapere: nonostante le differenti tipologie di assicurazione auto che esistono sul mercato è importante sapere che tutti i veicoli che circolanno su strade pubbliche o sono parcheggiati su esse, sono soggetti a pagamento della polizza RC Auto e, nel caso contrario, la sanzione pecuniaria a cui l'automobilista verrà sottoposto oscillerà tra gli 848 e i 3.393 euro.

E nel caso di auto, magari funzionanti, o che hanno subito atti vandalici e stanno parcheggiate nei posti pubblici di periferia sulle strade da tempo, come funziona l'assicurazione auto?
Se l'auto non è assicurata non può nemmeno essere parcheggiata sulle strade pubbliche, ma vediamo i dettagli stabiliti dalla Corte di Cassazione.

Auto abbandonata: i dettagli della Cassazione sull'assicurazione auto

La prima cosa importante è che un veicolo senza assicurazione non può essere parcheggiato né sulle strade pubbliche né in aree adibite alla circolazione: in questi casi oltre alla sanzione pecuniaria prevista per chi non assicura il proprio veicolo, è previsto anche la rimozione coatta del mezzo e il sequestro: a volte il veicolo viene portato nel deposito giudiziario specifico ma, il più delle volte, viene lasciato in custodia al proprietario o al trasgressore con obbligo di custodia in aree private, quali cortili o garage.

Nel caso delle auto abbandonate da tempo, perché vecchie, o soprattutto non funzionanti, la Cassazione ha deciso che: se il mezzo è evidentemente sprovvisto di elementi essenziali quali targa, motore, volante, sedili, o comunque si dimostra inadatto alla circolazione, deve essere considerato un rifiuto.
Questa condizione di rifiuto permette l'esclusione del veicolo dal pagamento dell'assicurazione auto, ma il proprietario sarà per legge obbligato alla rottamazione del mezzo, per liberare l'area pubblica da un rifiuto ingombrante e inquinante.

DA LEGGERE: Zurich: ecco i bisogni assicurativi degli italiani

Le vetture in evidente stato di abbandono sono quelle "lasciate giacere prive di cure e indefinitamente abbandonate all'incuria del tempo", sono considerate rifiuti e devono essere condotte in appositi luoghi di smaltimento.
Ricordiamo che l'abbandono dei rifiuti è punito con ammenda che oscilla tra i 300 e i 3mila euro e, secondo la Corte di Cassazione, le auto abbandonate, oltre a essere rifiuti, sono considerate persino rifiuti pericolosi quando sono fuori uso e hanno all'interno tutti i liquidi inquinanti: olio motore, carburante, olio freni, acido batterie ecc... .

Per questi motivi se avete un'auto abbandonata o conoscete qualcuno che per "comodità" l'ha abbandonata, ditegli di provvedere per evitare di incorrere in multe salate, più salate di quanto gli costerebbe risistemare il proprio veicolo, probabilmente.