La dematerializzazione del settore Rc auto ha segnato l'ultimo punto a favore solo ieri, domenica 18 ottobre: da oggi non c'è più l'obbligo di esporre il tagliandino giallo di assicurazione auto sul parabrezza della propria auto. Un'iniziativa che, insieme a molte altre, dovrebbe finalmente portare ad una riduzione del fenomeno delle auto fantasma, ovvero non in regola con la copertura assicurativa. Se questo obbiettivo venisse raggiunto, il costo delle assicurazioni auto potrebbe finalmente calare un po' in tutta Italia.

Dematerializzazione Rc auto: le varie iniziative

L'abolizione dell'obbligo di esporre il contrassegno di assicurazione è solo l'ultima novità del processo di dematerializzazione Rc auto. Già a luglio 2015, abbiamo assistito alla digitalizzazione dell'attestato di rischio: le compagnie non hanno più l'obbligo di inviare ai propri clienti l'attestato di rischio cartaceo, ma devono semplicemente comunicare i dati relativi alla polizza ad un archivio centrale gestito dalla Motorizzazione. Un processo che, oltre a snellire la burocrazia, dovrebbe anche facilitare le cose ai guidatori. Ma siamo sicuri che gli automobilisti non abbiano bisogno di un po' di aiuto per muovere i primi passi nel nuovo mondo digitale dell'assicurazione auto? Per fornire una risposta concreta a questo interrogativo, Direct Line ha lanciato l'iniziativa MyCard.

DA LEGGERE: Tagliando elettronico Rc auto: Ben offre tariffe vantaggiose e un buono Amazon

Sondaggio Direct Line: i dubbi degli automobilisti

Direct Line ha anche voluto indagare come la pensano gli automobilisti sulla dematerializzazione Rc auto. Dal sondaggio sono emersi due grandi interrogativi. Innanzitutto, i consumatori sono scettici sui nuovi sistemi di controllo telematico: non tanto perché non funzionino, quanto piuttosto perché ancora troppo poco diffusi per sconfiggere in modo efficace la piaga delle auto fantasma. In secondo luogo, gli automobilisti italiani sono preoccupati in merito alla questione privacy, dal momento che tutta una serie di dati saranno conservati in questi enormi database centralizzati.

MyCard di Direct Line

Per guidare gli automobilisti attraverso il processo di digitalizzazione dell'assicurazione auto Direct Line ha lanciato MyCard, una sorta di carta di identità della polizza auto da portare con se per avere sempre a portata di mano i numeri utili. MyCard può essere conservata in formato cartaceo, stampandola dalla propria area personale sul sito di Direct Line, oppure sullo smartphone.

"Le novità normative degli ultimi mesi rappresentano un importante cambiamento per i consumatori – ha spiegato il Direttore Marketing Direct Line, Barbara Panzeri. – Abbiamo deciso quindi di rispondere al loro bisogno di semplificazione con un percorso informativo immediato e accessibile in ogni momento e con diverse modalità."