Le auto senza assicurazione hanno vita breve ormai. Non è un mistero che in Italia quasi 4 milioni di veicoli siano sprovvisti della copertura Rca obbligatoria, ma con l'avvicinarsi del 18 ottobre la situazione dovrebbe migliorare drasticamente. Già, perché con la scomparsa del contrassegno cartaceo di assicurazione auto tutti i controlli diventeranno telematici e i guidatori furbetti non avranno più scampo.

Abolizione del contrassegno cartaceo di assicurazione auto

Come ormai saprai, il Decreto Liberalizzazioni stabilisce che dal 18 ottobre non avrai più l'obbligo di esporre sul parabrezza della tua macchina il contrassegno giallo di assicurazione auto. I dati relativi alla copertura assicurativa di ogni veicolo saranno infatti associati al numero di targa e confluiranno tutti in un grande database gestito dalla Motorizzazione. Saranno le stesse compagnie assicurative ad inviare tutti i dati relativi alla tua polizza al database, senza che tu debba fare nulla.

Auto senza assicurazione: controlli esclusivamente telematici

Per sapere se un auto è in regola con l'assicurazione, le Forze dell'Ordine dovranno fare un controllo direttamente sul database gestito dalla Motorizzazione a partire dal numero di targa. Per fare ciò sono già stati introdotti dei sistemi telematici innovativi, l'ultimo dei quali si chiama Autoscan.

DA LEGGERE: Assicurazione auto, il punto sulle ultime novità

Si tratta di un rilevatore di auto senza assicurazione di cui dispongono Polizia Locale e Municipale per combattere il fenomeno delle auto fantasma, cioè prive della regolare copertura assicurativa. In particolare, Autoscan è costituito da una telecamera laser e un tablet e funziona in modo molto semplice. La telecamera scansione le targhe dei veicoli in transito e, allo steso tempo, le incrocia con i dati presenti nel database della Motorizzazione. Se un veicolo risulta privo di assicurazione auto, la telecamera invia la segnalazione al tablet in dotazione alla pattuglia posta qualche centinaio di metri più avanti, così che questa abbia il tempo per fermare immediatamente il veicolo sospetto.

Autoscan, costoso ma ammortizzabile con poche multe

Il costo di Autoscan è di circa 9.000 euro. Non si può dire che sia economico, specie se consideriamo i fondi sempre insufficienti a disposizione delle Forze del'Ordine. Tuttavia, visto che la sanzione prevista in caso di auto senza assicurazione è di circa 841 euro, l'alto costo iniziale del dispositivo è ammortizzabile alla svelta. Facendo due conti, bastano le prime 10 contestazioni per ripagare completamente il costo di Autoscan. Senza contare poi il guadagno per le casse dello Stato, che quindi farà la sua parte per incentivare l'adozione di questo nuovo sistema di rilevazione.

Più controlli, assicurazioni auto meno care

La dematerializzazione in atto nel settore assicurazione auto, con l'introduzione di tutto un nuovo sistema di controlli telematici, servirà a contrastare il fenomeno delle auto fantasma. Questo aiuterebbe anche a ridurre i costi ai danni delle compagnie assicurative causati dai veicoli non in regola e le metterebbe automaticamente nella condizione di poter offrire polizze più economiche. Un bel giro di vite per i furbetti, insomma, ma un grande vantaggio per gli automobilisti virtuosi.