Le normative Rc auto nel caso in cui si verifichi un incidente all'estero prevedono che, a prescindere dalla nazionalità dei soggetti coinvolti nel sinistro, debba essere applicata la legge vigente nello Stato in cui si è verificato l'incidente. Le procedure e le norme in vigore in caso di sinistro in un Paese straniero variano sensibilmente a seconda che vi troviate in un Paese aderente al sistema della carta verde e uno che, invece, non ne fa parte. In ogni caso, è sempre consigliabile porre le assicurazioni auto a confronto e scoprire che tipo di servizi offrono in circostanze simili, in modo da viaggiare sempre armati delle giuste tutele legali.

Rc Auto, l'incidente all'estero e la carta verde

Prima di partire, dunque, è meglio conoscere nel dettaglio le protezioni garantite dalla propria polizza, informarsi su Zurich Connect e le sue soluzioni specifiche proposte per chi si reca in un luogo straniero, quelle di Direct Line e delle altre compagnia del settore. Esistono diverse polizze, infatti, elaborate per chi si accinge ad oltrepassare i confini nazionali, che variano per costi e coperture e che possono rivelarsi utilissimi in determinate situazioni.

LEGGI ANCHE: Sinistro con veicolo non assicurato: cosa fare

Nello sfortunato caso in cui siate rimasti coinvolti in un incidente all'estero, la prima cosa da sapere è se lo Stato in cui vi trovate faccia parte del sistema carta verde. La carta verde è un Certificato Internazionale di Assicurazione che consente a chi ha regolarmente stipulato una polizza assicurativa Rca nel proprio Paese di circolare anche negli atri Stati aderenti. Fanno parte del sistema tutti i 28 Paesi dell'Unione Europea, quelli facenti parte dello Stato Economico Europeo più Albania, Andorra, Bielorussia, Bosnia, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldova, Serbia, Montenegro, Tunisia, Turchia e Ucraina.

Incidente all'estero all'interno del sistema carta verde

Esaminiamo il caso in cui siete stati coinvolti in un sinistro all'interno di un Paese aderente al sistema della carta verde e siete regolarmente in possesso di una copertura Rc auto. In tal caso, come indicato dalla Consap, è possibile rivolgersi direttamente alla compagnia che assicura il responsabile del sinistro. Se la compagnia non possiede filiali proprie all'interno del Paese in cui si è verificato il sinistro, una direttiva europea prevede che essa debba nominare un proprio rappresentante – definito Mandatario – a cui fare riferimento. Potete, in ogni caso, godervi il resto della vacanza e contattare il mandatario una volta tornati in Italia.

Per conoscere il nome del mandatario in Italia a cui rivolgersi è necessario inoltrare richiesta al Centro Informazioni, compilando il Modello A scaricabile dal sito della Consap per i sinistri effettuati all'estero, oppure consultare l'apposito ufficio dell'IVASS. Se entro 3 mesi non avete raggiunto la risoluzione del contenzioso, potete rivolgervi all'Organismo di Indennizzo Italiano.

Incidente all'estero fuori dal sistema carta verde

Se il sinistro è stato effettuato in uno Stato non aderente al sistema carta verde, dovete rivolgervi all'UCI – Ufficio Centrale Italiano. Potete consultare il sito ufficiale ucimi.it, contattare il numero 02349681 o recarvi direttamente in sede presso Corso Sempione, 39, Milano.