Circolare con l'assicurazione auto scaduta o addirittura senza una polizza è molto pericoloso, sia per te stesso che per gli altri automobilisti. Non a caso, l'articolo 193 del Codice della Strada stabilisce che ogni veicolo a motore debba essere fornito di una copertura assicurativa di Responsabilità civile obbligatoria per poter circolare. Ciononostante, negli ultimi tempi il fenomeno delle auto fantasma, ovvero quelle che circolano senza una polizza rca in regola, è aumentato notevolmente.

Furbetti che, oramai, non possono più nemmeno utilizzare la giustificazione del caro polizze: prova a mettere le diverse assicurazioni auto a confronto con il nostro comparatore e ti renderai conto di come i prezzi siano molto più convenienti rispetto a qualche anno fa. Certo, non siamo ancora ai livelli delle polizze europee, ma siamo sulla buona strada.

Chi circola con l'assicurazione auto scaduta, però, di solito lo fa per pura dimenticanza. Se hai paura che succeda anche a te prova a fare così: quando rinnovi la polizza imposta un promemoria sul tuo smartphone circa 30 giorni prima della prossima scadenza. In questo modo avrai tutto il tempo per richiedere e valutare più preventivi di assicurazione auto e decidere se rimanere con la stessa compagnia o cambiarla. In ogni caso, avrai tutto il tempo per provvedere al rinnovo prima della scadenza del tuo contratto, evitando così le pensati conseguenze previste per chi circola con l'assicurazione scaduta.

Ma non è compito della compagnia ricordarmi quando scade la mia polizza? Purtroppo no. È vero che molte compagnie scelgono di avvisare i propri clienti quando si avvicina il momento del rinnovo dell'assicurazione, ma si tratta di una semplice cortesia, non di un obbligo. Meglio quindi se presti attenzione in prima persona all'avvicinarsi della scadenza della tua assicurazione auto.

LEGGI ANCHE: Rc auto, sinistro con veicolo non assicurato: cosa fare?

 Assicurazione auto scaduta: 15 giorni di tolleranza

Se hai stipulato una polizza auto annuale, questa rimane valida anche i 15 giorni successivi alla scadenza. Si tratta di un periodo di tolleranza durante il quale, se dovessi causare un incidente, la compagnia assicurativa provvederà comunque al risarcimento come se il tuo contratto fosse ancora valido.

Attenzione però! Questo vantaggio vale solo per le assicurazioni auto annuali, non per quelle temporanee (da pochi giorni a pochi mesi). Vale invece per le polizze con pagamento mensile o semestrale, poiché la copertura è annuale e il premio viene semplicemente pagato a rate.

Quali sanzioni per chi circola con l'assicurazione scaduta?

Se trascorsi i 15 giorni di tolleranza i vigili ti fermano con l'assicurazione scaduta riceverai una sanzione di importo compreso tra gli 841 e i 3.287 euro e il mezzo ti verrà sequestrato. Per riaverlo dovrai pagare per intero la sanzione, rinnovare la polizza scaduta per almeno 6 mesi e, infine, pagare le spese dovute per il prelievo, il trasporto e la custodia dell'auto al deposito.

Per evitare di spendere così tanto, l'unica alternativa è chiedere la radiazione e la demolizione del veicolo entro 30 giorni dalla notifica della multa. In questo caso il mezzo e i suoi documenti ti verranno restituiti dietro il pagamento di una cauzione, pari al minimo della sanzione, ovvero 841 euro. Una volta che la tua auto verrà radiata, la cauzione ti sarà restituita, fatta eccezione per il 25% dell'importo che rimarrà come multa.

Sanzioni per mancata esposizione del nuovo contrassegno

Se invece hai rinnovato la polizza, ma ti sei dimenticato di esporre il nuovo tagliando, le sanzioni sono (giustamente) molto meno salate. Sempre trascorsi i 15 giorni di tolleranza, se vieni fermato con il contrassegno scaduto riceverai una multa tra i 25 e i 99 euro.