SuperMoney
0236571853

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0236571853

Lun-Ven • 9-13/15-19

Rottamare l’auto, ecco qualche consiglio utile

-

Quando si deve rottamare l’auto bisogna presentare dei documenti e sostenere il pagamento di alcuni oneri

Guarda le immagini

Costi della rottamazione auto previsti per legge Costi della rottamazione auto previsti per legge

Rottamare l’auto è un’operazione che prima o poi capita a tutti, per svariati motivi. Ovviamente è più “piacevole” rottamare l’auto perché vecchia e non conforme alle norme di circolazione che a causa di un grave incidente che l’ha resa inutilizzabile. In concomitanza con la demolizione generalmente segue l’acquisto di una nuova auto, alla quale, si sa, sono legati gli oneri di mantenimento e manutenzione. Per trovare una via di risparmio si possono mettere le assicurazioni auto delle diverse compagnie a confronto e scegliere la più vantaggiosa.

Informandosi su Zurich Connect e sui suoi prodotti assicurativi e confrontandoli con quelli di ConTe, Quixa, Linear e via dicendo, poi, si potrà essere certi di avere fatto tutto il possibile per trovare l’alternativa più economica per tutelare la propria vettura. Ma prima di focalizzare la propria attenzione sul discorso acquisto, bisogna procedere alla demolizione del veicolo di cui ci si deve liberare.

Richiedere di rottamare l’auto

Innanzitutto bisogna tenere presente che qualsiasi proprietario di un veicolo che sia registrato al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) -- o che in ogni caso possa dimostrare di essere tale anche se non risulta al PRA -- ha la possibilità di fare una richiesta per rottamare la propria auto. Questa operazione quindi può essere svolta dagli eredi del proprietario originario o dal detentore di un atto di vendita a proprio favore, a patto che sia in possesso di targa, Carta di Circolazione, Certificato di Proprietà (o Foglio Complementare).

Demolitore autorizzato o concessionario?

Per inoltrare la richiesta è necessario rivolgersi ad un demolitore autorizzato (o Centro di raccolta autorizzato). Si può trovare consultando una guida telefonica qualsiasi alla voce “autodemolizioni”. È fondamentale ricordarsi che se si sta provvedendo alla rottamazione dell’auto perché se ne vuole acquistare una nuova, bisogna rivolgersi direttamente al concessionario dove verrà effettuato l’acquisto, in quanto si occuperà direttamente lui della demolizione.

Il Certificato di Rottamazione

Nel momento in cui si consegna l’automezzo al concessionario o al demolitore autorizzato si entra in possesso del Certificato di Rottamazione, ovvero il documento che solleva il proprietario dell’auto da ogni responsabilità (civile, penale, amministrative) e dall’obbligo di pagare il bollo. Il certificato presenta:

  • generalità del proprietario
  • indirizzo del suo domicilio
  • numero di registrazione o identificazione
  • firma del titolare dell’impresa che rilascia il documento
  • autorità competente che ha autorizzato il provvedimento
  • data e ora di rilascio e presa in carico dell’auto, impegno a provvedere alla richiesta di cancellazione dal PRA
  • estremi di identificazione del veicolo e di chi lo consegna (se diverso dal proprietario)

Documenti da consegnare al demolitore

Congiuntamente alla consegna del veicolo al demolitore o al concessionario, bisogna presentare entrambe le targhe del veicolo, la Carta di Circolazione e il Certificato di Proprietà (o titolo idoneo, nel caso non si sia i proprietari dell’auto). Se ci si trova impossibilitati a consegnare le targhe è necessario presentare la denuncia del loro smarrimento o furto.

Costi di demolizione

Infine, delineiamo quali sono i costi relativi alla rottamazione dell’auto previsti per legge:

  • emolumenti ACI: 13,50 euro
  • imposta di bollo: tra i 32 e i 48 euro

La differenza di costo dell’imposta di bollo è relativa alla nota di presentazione che si consegna: il Certificato di Proprietà, a differenza del modello NP3B (disponibile sul sito dell’ACI) consente di corrispondere un onere inferiore.

TAG Mercato auto , Novità auto , Bollo auto

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?