I premi assicurativi delle Rca italiane sono molto elevati rispetto alla media Ue. Risparmiare però è possibile: spesso è sufficiente tenere a mente la scadenza della propria assicurazione e, se possibile, prima di rinnovarla valutare le offerte dei maggiori operatori del settore confrontando le tariffe delle assicurazioni più convenienti prima di fare una scelta.

L'indagine conoscitiva sull'Rca in Italia, promossa da Movimento Difesa Cittadini e Codacons, in seguito all'entrata in vigore della nuova legge sulle assicurazioni auto (Dl 17/12/12), ha rivelato che stanno aumentando i conducenti disposti a cambiare compagnia. Spesso, infatti, confrontare le assicurazioni proposte da Direct Line con quelle di altre compagnie permette risparmiare notevolmente. Dal sondaggio emerge anche che il 75% degli intervistati ha cambiato agenzia, essendo a conoscenza della possibilità di sottoscrivere un contratto base. Invece tra coloro che sono rimasti con la vecchia compagnia assicurativa, il 63% dichiara di non essere informato a sufficienza.

Tra le novità del Dl sulle assicurazioni c'è la possibilità di sottoscrivere un contratto Rca senza costi aggiuntivi dotandosi di scatola nera, dispositivo mobile satellitare che accresce la sicurezza alla guida. Dall'indagine è emerso che il 39% dei chi ha risposto al questionario non ne era a conoscenza.

Codacons e MDC riportano anche che i cittadini del Sud Italia, maggiormente vessati rispetto ai connazionali, tendono ad utilizzare di più i comparatori on line per valutare nuove polizze. Il 33% di coloro che ricercano il risparmio su Internet sono delle regioni del Sud. Quando si parla di risparmio il web è un'ottima opportunità per informarsi ed effettuare una scelta più consapevole

Tra le richieste degli utenti figura in primo luogo una maggiore concorrenza tra le assicurazioni, così da accedere a tariffe più basse e limitare il numero delle frodi. Ci si auspica anche che aumenti la trasparenza delle compagnie, requisito importante che sarà possibile raggiungere per mezzo del "contratto base". Cresce la consapevolezza dei cittadini e l'informazione attiva che porta a trovare un gran numero di informazioni e preventivi, di pari passo al passaggio da una compagnia all'altra, che la maggior parte delle volte si rivela utile ai fini del risparmio.