SuperMoney
0236571853

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0236571853

Lun-Ven • 9-13/15-19

Assicurazione Direct Line, sono i figli neopatentati a dare passaggi ai genitori

-

Presa la patente i figli restituiscono ai genitori i passaggi chiesti prima della maggiore età

Guarda le immagini

Presa la patente sono i figli a dare un passaggio Presa la patente sono i figli a dare un passaggio

Trovare un'assicurazione auto conveniente è un impegno che riguarda più i genitori dei figli, almeno fino a quando questi non saranno in grado di comprarsi la propria auto. Avere un figlio in casa con la patente però può non essere una cosa del tutto positiva soprattutto per quello che rigurada il premio assicurativo che i genitori dovranno pagare.

Anche in questo caso i comparatri di tariffe online ci vengono incontro offrendoci gli strumenti per cercare la polizza assicurativa più vantaggiosa sul mercato, soprattutto quando a usare la macchina è anche un neo patentato. D'altro canto, se non appena hanno la patente i ragazzi evitano nel modo più assoluto di andare in auto con i genitori, è anche vero che prima erano mamma e papà a doversi sobbarcare il peso di dover scarrozzare i figli in ogni dove.

Sembra però che, una volta cresciuti i figli, i ruoli di accompagnato e accompagnatore tendano a invertirsi; o almeno è quello che risulta dall'indagine del Centro Studi e Documentazione Direct Line svolta sulla clientela inglese e italiana: ben l'82% del campione italiano ammette di chiedere ai propri figli un passaggio, una percentuale leggermente maggiore rispetto a quella inglese (79%).

Nel dettaglio il 64% degli italiani ricorre a un passaggio da parte dei figli quando non ha altre possibilità di spostamento, il 10% si fa accompagnare almeno una volta a settimana e il 6% almeno una volta al mese. È invece del 2% la percentuale di coloro che approfittano quotidianamente della disponibilità dei figli.

Se i figli andavano accompagnati a scuola, a fare sport o alle feste degli amici, dove si fanno portare i genitori? Il 25% dei genitori, la quota maggiore, si fa lasciare ai negozi, il 20% all'areoporto, il 18% al posto di lavoro. Seguono anche la stazione ferroviaria (14%), la casa di amici (10%) e i ristoranti (7%). Questo riguarda la situazione italiana ma anche nel Regno Unito la meta più gettonata restano i negozi, seguiti però dalle case di amici e dai ristoranti.

Dopo anni di passaggi, insomma, è anche giusti che i figli restituiscano un po' di aiuto ai propri genitori che magari, una volta pensionati, meritano qualche comodità in più. Sembra comunque che la maggior parte dei figli non sia infastidita da questa tendenza, sempre ovviamente che non si esageri.

TAG assicurazioni auto on line , direct line

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?