Ogni automobilista sa quanto è importante riuscire a risparmiare sui costi di gestione della propria auto. Anche se sembra che i prezzi delle polizze, malgrado in calo rispetto allo scorso anno, siano un salasso, è ugualmente possibile risparmiare sull'assicurazione auto.

Mettere le migliori compagnie a confronto è un esercizio utile ed è possibile ulteriormente risparmiare con quelle che emettono assicurazioni online, come ad esempio Quixa e Linear. Un po' più difficile, però, è risparmiare sulla benzina, ma una trovata del Ministero dello Sviluppo Economico potrebbe renderci le cose più semplici.

In collaborazione con Unioncamere e Infocamere è stata infatti realizzata OsservaPrezzi Carburante, un'applicazione per smartphone già disponibile su Google Play e a breve su iTunes. Tramite l'applicazione sarà possibile geolocalizzare i distributori più vicini, classificati in base ai prezzi del carburante.

Nel campo di ricerca possiamo segnalare quale tipo di carburante ci occorra, e subito compaiono le icone di distributori nel raggio di 5 km contrassegnate dal colore verde, giallo o rosso a seconda della fascia di prezzo.

Questa trovata va a favore dei consumatori e cerca di fornire maggiore trasparenza nel mercato. L'app infatti sarà in grado di comunicare rapidamente le variazioni nei prezzi dei distributori e il Mise vorrebbe puntare ad uno sviluppo degli impianti in modo che l'invio della comunicazione delle variazioni avvenga automaticamente.

"Si tratta di un'iniziativa importante - ha detto il sottosegretario Simona Vicari - non solo perché è la prima app targata Mise, ma soprattutto perché forniamo ai consumatori uno strumento utile grazie al quale sarà possibile accedere facilmente ai vari listini e scegliere il gestore più conveniente"

Inoltre, "non solo rendiamo più trasparenti i prezzi e i servizi, ma allo stesso tempo mettiamo i vari esercizi commerciali in diretta competizione tra loro, stimolandoli ad offrire i loro prodotti a prezzi più vantaggiosi". L'app, che si basa sul sito Osservatorio Prezzi e Tariffe già targato Mise, si propone di essere uno strumento a misura di consumatore e un valido aiuto contro la crisi.