SuperMoney
0236571853

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0236571853

Lun-Ven • 9-13/15-19

App per risparmiare sulla benzina fa discutere le associazioni

-

Le associazioni dei consumatori criticano OsservaPrezzi Carburanti, la nuova app del Ministero dello Sviluppo Economico

Guarda le immagini

OsservapPrezzi Carburante sotto osservazione OsservapPrezzi Carburante sotto osservazione

Evitare che i costi di gestione dell'auto siano un salasso per il portafogli dell'automobilista italiano non è cosa semplice. Eppure, per risparmiare sulla polizza gli automobilisti possono chiedere un preventivo per l'assicurazione auto e scegliere così l'offerta più vantaggiosa.

Da poco il Ministero dello Sviluppo Economico ha lanciato l'app OsservaPrezzi Carburante per aiutare gli italiani a risparmiare sulla benzina, ma per le Associazioni dei Consumatori confrontare i prezzi dei distributori di benzina non è la stessa cosa che confrontare le polizze di Linear con quelle di Quixa e così via.

Il perché lo spiegano i diversi portavoce delle maggiori Associazioni.A far discutere secondo il presidente di Adiconsum è il fatto che questo tipo di app non permetterebbero lo svolgersi di una sana concorrenza e non aiuterebbero quindi i piccoli distributori di liberarsi dalla pressione delle grandi compagnie petrolifere.

Per il Codici, invece,"per anni il Ministero ha evidentemente mostrato delle resistenze, per diversi motivi, all'attuazione dell'iniziativa. Complice probabilmente anche la ritrosia dei distributori, poco inclini a far sapere i propri prezzi, per paura di perdere fette di mercato" e quindi l'iniziativa, seppur da lodare sarebbe comunque tardiva.

Una legge sulla trasparenza del mercato esiste già dal 2009 a seguito della quale è nato il sito Osservatorio Prezzi e Tariffe, sul quale l'app si basa. La Faib Confersecenticritica duramente l'iniziativa del Ministero e parla a nome sia dei consumatori che dei distributori.

Secondo l'Associazione, il sottosegretario Simona Vicarial centro dell'iniziativa "avrebbe dovuto anche rimarcare che la concorrenza sui prezzi la fanno le compagnie. I gestori, al pari dei consumatori, la subiscono sulla loro pelle essendo discriminati persino all'interno dello stesso marchio e della stessa trade area"

Stimolare in questo modo la concorrenza tra gli operatori, a detta della AACC, va a sfavore dei piccoli distributori perché "non possono essere questi ultimi con i loro 4 centesimi lordi a concorrere sul ribasso dei prezzi che arriva anche a - 18 centesimi ed oltre".

TAG prezzi benzina

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?