Dopo aver cercato per ore la macchina che vogliamo acquistare, dopo essere riusciti a trovare l'assicurazione auto più conveniente e finalmente aver iniziato a guidare il nostro nuovo stupendo veicolo, ci rubano l'auto. Può capitare certo, come può succedere di perdere lo smartphone o il portafoglio, ma niente può evitarci una sonora arrabbiatura. Innervosirsi in questi casi è quasi d'obbligo, considerando la giornata rovinata e la gita fuori porta organizzata nel weekend da mesi saltata.

E se ci fosse un'app in grado di restituirci l'auto che ci è stata rubata? Non la scarichereste immediatamente sul vostro smartphone? Probabilmente sì e senza attendere un minuto di più. Sarebbe utile quasi come il comparatore di tariffe online che vi ha permesso di sottoscrivere la polizza assicurativa più vantaggiosa per la vostra auto.

Tuttavia non abbiamo parlato di un'app per smartphone e tablet che potrebbe aiutarvi a ritrovare l'auto rubata a caso, bensì perché quest'app esiste veramente in Brasile. Qui il Ministero di Giustizia brasiliano l'ha messa a punto per mettere un freno alla piaga dilagante dei furti d'auto che affligge il paese; le statistiche infatti ci dicono che il Brasile è al primo posto al mondo per questo tipo di reato con 130 furti ogni 10 mila veicoli.

L'Italia, se vi può interessare, conta "soltanto" 31 auto rubate ogni 10 mila veicoli immatricolati, un numero basso che comunque ci fa posizionare secondi in Europa, dietro alla Francia, in questa poco onorevole classifica. In Brasile basta uno smartphone, la sopraddetta app, chiamata CheckPlaca (cioè «Verifica targa») e scarivabile gratuitamente, e un numero di targa: così identificare un'auto rubata è diventato semplice e alla portata di tutti.

Il software dell'app è in grado di cercare la targa del veicolo sospetto nel database governativo, continuamente aggiornato, con i dati delle auto rubate; «in quattro mesi di attività ha consentito di ritrovare 33 mila auto rubate» ha twittato la Presidente della Repubblica brasiliana, Dilma Roussef. L'app ha già avuto un milione di download e sono state registrate 25 milioni di ricerche da parte degli utenti.

«Basta digitare la targa per conoscere la situazione dell'auto e rilevare eventuali irregolarità» ha spiegato Dilma Roussef; il Presidente brasiliano ha descritto l'app CheckPlaca come «il mezzo per accedere ai dati della più alta piattaforma tecnologica per la sicurezza pubblica». Come si diceva il traffico di auto rubate in Brasile è un vero problema, soprattutto perché esse vengono destinate ai paesi vicini, come la Bolivia, dove diventano merce di scambio nel traffico di droga.

Bisogna segnalare, tuttavia, che anche il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno mette a disposizione degli automobilisti italiani uno strumento simile, utilizzabile però solo dal web, dove tramite il numero di targa o del telaio si può scoprire se un veicolo sospetto è inserito nell'elenco dei mezzi rubati. Meno comodo di un'app per smartphone ma comunque utile.