SuperMoney
0236571853

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0236571853

Lun-Ven • 9-13/15-19

Rca, cosa sono i risarcimenti in forma specifica o in forma diretta

-

Scopriamo insieme cosa sono e come richiedere i risarcimenti in forma specifica o in forma diretta dell’Rc auto.

Guarda le immagini

Rca, risarcimento in forma specifica o diretta Rca, risarcimento in forma specifica o diretta

Quando sfortunatamente subiamo un incidente o lo causiamo ecco che poi scatta subito la chiamata all'assicurazione auto per sapere come comportarsi per la richiesta di risarcimento. Come sappiamo oggi le Rca hanno dei prezzi molto alti, quindi per i guidatori è diventato importante trovare l'assicurazione auto meno cara tra tutte quelle che ci sono sul mercato.

Di offerte ce ne sono molte: dai prodotti di Generali a quelli di Genertel, Quixa, Linear, etc. quindi è bene sapere come muoversi all'interno di questo mercato per scegliere davvero la proposta che fa per noi sia in termini di convenienza che di qualità della polizza.

Nell'assicurazione si parla anche di risarcimento: ci sono due tipologie di risarcimento, in forma specifica o in forma diretta. Conosciamoli meglio entrambi per poi scegliere il più in linea con le nostre richieste. Partiamo di quello in forma specifica.

Per prima cosa dobbiamo sottolineare che è una garanzia accessoria dell'Rca, quindi non compresa sempre nelle offerte, ma che a volte dobbiamo richiedere noi come aggiunta a pagamento. Il risarcimento in forma specidica ci permette di abbreviare i tempi per ricevere i soldi che ci spettano dopo un incidente.

Questa tipologia di risarcimento nasce da un accordo tra le compagnie del settore e alcune autofficine a cui saremo obbligati a rivolgerci altrimenti dovremo pagare una penale. Veniamo ai vantaggi del risarcimento in forma specifica: come abbiamo detto più velocità nelle tempistiche di riparazione e di risarcimento, e in più potremmo avere altri bonus come l'auto sostitutiva, la restituzione della macchina direttamente a casa, etc.

Veniamo invece al risarcimento diretto: questo ci permette di avere i soldi direttamente, come suggerisce la parola, dalla nostra compagnia, che poi si rifarà su quella dell'altra persona coinvolta nell'incidente. Questo tipo di risarcimento dovrebbe essere standard come è stato deciso dall'Ivass nel 2007.

Per ottenere il risarcimento diretto ci basterà inoltrare la richiesta alla nostra compagnia di assicurazione e poi attendere l'offerta. Attenzione perché potremo applicare il risarcimento diretto solo se nell'incidente sono stati coinvolti solo due macchine. Inoltre tutti e due devono essere identificati, immatricolati e con assicurazione italiana; nel caso di sinistro con una motocicletta, questa deve avere una targa secondo il nuovo regime, in vigore dal 14 luglio 2006.

Ancora, se l'incidente si verifica con una moto immatricolata prima del 2006, questa deve avere comunque aderito spontaneamente alle nuove norme; infine, se chi guida ha subito danno, non ci deve essere una lesione permanente con dei danni superiori al 9%. in caso di danni fisici ai passeggeri di una delle due macchine, invece, è previsto che ci siano lesioni gravi con danni superiori al 9 per cento.

TAG preventivi rca , aumento assicurazione auto

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?