La data ultima per il pagamento del Bollo auto 2014 era fissato al 31 Gennaio mentre nelle sole regioni di Piemonte e Lombardia, la scadenza è fissata al 28 febbraio 2014 e, può e poteva essere effettuato tramite: le agenzie ACI, Poste Italiane o presso le tabaccherie con servizio Lottomatica, metodo di pagamento che resta invariato anche in caso di ritardo.

DA LEGGERE: Bollo auto: come si calcola e chi è esonerato dal pagamento?

Chiunque infatti, non fosse riuscito a pagare il Bollo auto 2014 entro la scadenza fissata, può provvedere al pagamento del bollo in ritardo, aggiungendo una sanzione in percentuale calcolata sui giorni : per ogni giorni di ritardo è prevista una sanzione dello 0,2% ,se il versamento viene regolarizzato entro 14 giorni dalla scadenza, alla quale vanno aggiunti gli interessi legali giornalieri; se il versamento invece viene effettuato entro i 30 giorni dalla scadenza, la percentuale della sanzione sale al 3% della tassa, più gli interessi giornalieri calcolati sui giorni di ritardo.

Se invece il pagamento in ritardo del bollo auto 2014 dovesse superare il trentesimo giorno di ritardo la sanzione applicata è pari al 3,75% della tassa, più gli interessi giornalieri di percentuali pari al 1%; mentre, se il pagamento del bolle dovesse avvenire con oltre un anno di ritardo, la sanzione applicata sarà pari al 30% della tassa più gli interessi sui giorni di ritardo, fatta eccezione per alcune regioni che prevedono un pagamento ridotto, nel caso il soggetto non sia stato raggiunto da avvisi da parte della regione: per esempio in Piemonte, dove è prevista una sanzione pari al 10% senza interessi.