Il costo di un'assicurazione auto è insostenibile per un giovane che vuole acquistare una nuova macchina. I prezzi per i neopatentati, infatti, sono sempre altissimi per la poca esperienza che questi hanno al volante. Tuttavia, anche per loro è possibile risparmiare confrontando le assicurazioni auto più convenienti e sfruttando la legge Bersani che consente di ereditare la classe di merito di uno dei propri familiari.

Ma quali occasioni si può utilizzare la legge Bersani? La legge Bersani è entrata in vigore alcuni anni fa per disciplinare alcuni settori come quello delle assicurazioni auto. Lo scopo della legge era quello di tutelare i consumatori e dar loro la possibilità di scegliere le assicurazioni migliori per le proprie esigenze fra le varie offerte di Direct Line, Genertel, Quixa e delle altre compagnie assicurative.

Nel particolare, la legge Bersani si può applicare sull'assicurazione auto nel caso di sottoscrizioni di nuove polizze per nuovi veicoli entrati in possesso delle famiglie. Se quindi un giovane neopatentato vuole acquistare una macchina può farlo sapendo di poter usufruire della classe di merito di uno dei propri genitori. Questa possibilità sarà sicuramente conveniente per il giovane assicurato, poiché la classe di merito del padre o della madre, ad esempio, sarà sicuramente più bassa della sua.

Ereditando la classe di merito di un familiare, quindi, un giovane può risparmiare sull'assicurazione auto, perché senza questa possibilità il nostro neopatentato dovrebbe stipulare un'assicurazione con CU (classe di merito universale) 14, pagando di conseguenza un premio annuo molto alto.

Per sfruttare la legge Bersani ed ereditare la classe di merito per l'assicurazione auto, comunque, serve rispettare alcuni requisiti. Innanzitutto occorre che l'assicurato e il familiare chiamato in causa abitino insieme; inoltre l'auto alla quale si applica la nuova polizza dev'essere un nuovo acquisto nel parco veicoli della famiglia e un mezzo da assicurare per la prima volta; infine l'immatricolazione, o il passaggio di proprietà dell'auto, devono essere avvenuti negli ultimi 12 mesi.

La classe di merito è assegnata all'automobilista dalla compagnia assicurativa in base a dei criteri ben precisi e, sempre grazie alla legge Bersani, questo valore non può essere modificato se non in caso di incidenti con colpa accertata.