Scatteranno dal prossimo 15 febbraio i nuovi controlli previsti dal decreto "Destinazione Italia" per stanare le auto senza assicurazione o con tagliando scaduto. In Italia in media sono 3,8 milioni gli automobilisti "sbadati" che circolano senza assicurazione.

In pratica tutte le videocamere dei posizionamenti Tutor, ZTL e Telepass invieranno le immagini registrate alla banca dati delle forze dell'ordine. Un'idea in apparenza semplice ma che ha richiesto un grande lavoro per predisporre i sistemi a questo scopo: tutte le videocamere di rilevazione automatica sono state omologate ed è stato stilato un archivio delle auto non assicurate

Prima di essere stanati dalle videocamere gli automobilisti avranno l'occasione per redimersi quasi spontaneamente: riceveranno infatti una comunicazione e avranno 15 giorni per pagare ed evitare sanzioni. Le multe per chi circola con l'assicurazione auto scaduta vanno da un minimo di 841 a un massimo di 3.366 euro.

Alla sanzione pecuniaria, inoltre, si deve aggiungere il sequestro del veicolo. Quest'ultimo peraltro non viene restituito immediatamente dopo il pagamento (non solo della sanzione e dell'assicurazione per almeno sei mesi a seguire ma anche di eventuali spese di custodia e trasporto) ma entro un tempo massimo di 60 giorni. Si rischia quindi di stare due mesi senza macchina.

Chi circola senza assicurazione rischia, addirittura, conseguenze anche peggiori in caso di incidenti. Solo nel 2012 in Italia gli incidenti di questo tipo sono stati 186.726 e hanno causato 264.716 feriti e 3653 morti.