In Francia, Spagna, Germania e Regno Unito la polizza RC auto (in media) ammonta a circa 278 euro annui, in Italia paghiamo quasi il doppio di questa cifra, l'importo annuo si aggira intorno ai 491 euro, questo vuol dire che paghiamo 231 euro in più agli altri Paese Europei, una somma importante per chi suda per arrivare a fine mese. Se approfondiamo questo dato allarmante scopriamo che per quanto riguardo la polizza sulle auto paghiamo con precisione 526 euro annui, mentre nei quattro Paesi citati non pagano più di 291 euro, mentre per quanto riguarda le moto in Italia siamo a 279 euro contro i 150 di Francia, Germania, Spagna e Regno Unito.

Questi sono alcuni dati diffusi dall'Ania (l'associazione delle aziende assicurative) nella giornata di ieri, ma le sorprese non finiscono qui, infatti dal 2008 al 2012 i cittadini Italiani hanno pagato 231 euro (in media) annui in più rispetti il resto dell'Europa. Un calcolo matematico molto semplice ci lascia dedurre che siamo costretti a coprire circa 8,5 miliardi di euro all'anno.

Per il 2014 l'Osservatorio nazionale della Federconsumatori annuncia ennesimi incrementi pari al 5%, tradotto in euro significa che andremo a pagare 55 euro in più. Nell'arco di venti anni, dal 1994 al 2014 i costi della RC auto sono incrementati del 254%, un dato che dovrebbe farci riflettere a lungo.

Tali costi sono destinati ad aumentare nel corso degli anni, questo perché in Italia ci sono molte frodi e per coprire i buchi economici siamo costretti a pagare ogni anno che passa circa 50 euro in più. E il Governo quando interviene?