L'ambito delle assicurazioni auto è uno di quelli più complessi e articolati. Il governo Letta ha deciso di muoversi verso una direzione specifica: la lotta contro coloro che non assicurano l'auto e circolano però liberamente per le strade e le autostrade. In questo articolo analizzeremo le misure pensate dal governo soprattutto mediante l'utilizzazione di telecamere e tutor autostradali attivi. Vediamo di cosa si tratta.

Assicurazione auto: l'entità del problema

Può sembrare se non altro eccessivo che il governo Letta si impegni in una battaglia del genere, ma se guardiamo le cifre ci rendiamo conto dell'entità della questione. Si calcola infatti che siano più di 4 milioni gli autoveicoli circolanti sulle nostre strade e autostrade e che non posseggono alcuna assicurazione auto.

Assicurazione auto: telecamere e tutor autostradali attivi per vedere chi paga

È stato messo a punto dal governo un piano complesso che dovrebbe aiutare a combattere il fenomeno di "evasione" dagli obblighi di assicurazione auto. Il nuovo sistema di controllo che verrà messo a punto nelle prossime settimane e che potrebbe partire già da fine febbraio prevede l'utilizzazione di tutte le telecamere e di tutti i tutor attivi che incontriamo nelle strade e nelle autostrade. Se pensiamo bene, il nostro tragitto auto è praticamente monitorato per intero: ci sono le ZTL cittadine dotate di telecamere e che possono filmare il passaggio degli autoveicoli, ci sono i tutor autostradali attivi che fotografano gli autoveicoli, in più c'è anche il sistema Telepass che anche può aiutare nelle dinamiche di controllo.

Assicurazione auto: telecamere e tutor autostradali attivi, un sistema informatizzato

Ma come si passa dalla registrazione di telecamere e tutor autostradali attivi alla scoperta di chi non paga l'assicurazione auto? Su questo il governo non sembra avere ancora un piano preciso. Sicuramente si tratta di un sistema molto complesso e informatizzato. L'idea è quella di creare una sorta di immenso archivio automobilistico gestito dalla motorizzazione che, confrontando dati e analizzando filmati, dovrebbe essere in grado di comunicare in tempo reale i dati di coloro che non hanno assicurazione auto. Il sistema va messo alla prova, ma il governo marcia dritto in quella direzione.

Assicurazione auto: telecamere e tutor autostradali attivi, quali sanzioni?

L'altra grande questione riguarda il problema delle sanzioni. Le sanzioni per chi decide di viaggiare senza assicurazione auto sono piuttosto alte:

1) come pena pecuniaria si va da 841 euro a 3.366 euro;

2) contemporaneamente si ha il sequestro del veicolo, il quale verrà restituito entro 60 giorni dal sequestro se e solo se il proprietario avrà pagato non soltanto la sanzione, ma anche le spese di custodia e trasporto e avrà stipulato un'assicurazione auto di almeno sei mesi. Ma queste cifre possono essere ridotte sensibilmente in due casi:

  • la sanzione scende a un quarto della somma minima, se il proprietario riattiva la sua assicurazione auto entro 30 giorni,
  • la sanzione scende invece di un 30% se si decide di pagare la multa entro cinque giorni dalla comminazione. In poche parole, se si stipula un'assicurazione auto entro trenta giorni dalla comminazione della multa e la stessa sanzione viene pagata entro cinque giorni, il tutto scende a soltanto 147 euro.