Per contrastare il fenomeno dei "furbetti" della RCA che ha raggiunto la cifra di circa 4 milioni di veicoli che circolano senza regolare contrassegno assicurativo, tra le principali cause del caro RCA italiano che pesa sul bilancio degli automobilisti virtuosi, il 15 febbraio sarà attivato l'occhio del "Grande Fratello", ossia un sistema di controllo centralizzato che raccoglierà attraverso le immagini dei telepass, tutor, ztl pubblici, tutti i dati dei veicoli riprese in circolazione.

Attraverso il "Grande Fratello", ossia un sistema di controllo centralizzato che raccoglierà attraverso le immagini di telecamere pubbliche dei telepass, tutor, ztl etc., si effettuerà il riconoscimento della targa e di tutti i dati delle vetture riprese in circolazione, incrociandoli con la banca dati dei veicoli regolarmente assicurati con la RCA alla Motorizzazione: successivamente sarà recapita al domicilio degli intestatari di veicoli non assicurati la relativa sanzione che partirà da un minimo di 850 euro fino a un massimo di 3,4 mila euro.

Con questa nuove misure il governo Letta intende fronteggiare e contrastare il fenomeno dei "furbetti" della RCA, che continuano a causare grande disagio in caso d'incidenti stradali; inoltre oltre alla sanzione amministrativa è previsto anche il sequestro immediato del veicolo, che sarà restituito soltanto dopo il pagamento della multa, mentre se si stipula un'assicurazione auto entro 30 giorni dalla sanzione e se si paga la stessa entro 5 giorni, l'importo da pagare si aggirerà intorno ai 150 euro.