I prezzi delle polizze Rc Auto sono in leggero calo secondo un indagine condotta dall'Ivass, anche a causa della crisi economica (unita all'aumento del prezzo dei carburanti) che ha ridotto sensibilmente la circolazione delle autovetture e, di conseguenza, anche gli incidenti stradali. Secondo i dati dell'ultimo trimestre, raccolti in 21 provincie italiane, le tariffe hanno un prezzo inferiore del 4% per un automobilista di sesso maschile che si trova in prima classe di merito, mentre per le donne, il calo registrato è stato di circa il 3,3%.

Alla luce di questi dati, ci conforta ancor di più la Risoluzione dell'ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) presentata alla Camera presso la Commissione Finanze. Nello specifico, la Risoluzione n. 7-00060, mira ad abbassare ancor di più i costi che un automobilista italiano deve sostenere per stipulare un contratto con una compagnia assicuratrice. Le polizze Rc Auto in Italia, hanno un prezzo elevato anche a causa del costo dei sinistri, sottolinea l'ANIA, quindi l'obbiettivo principale è proprio la riduzione del costo degli incidenti.

Non bisogna però dimenticare che anche le frodi assicurative incidono molto sul prezzo finale di una Rc Auto. Per contrastare il fenomeno, l'IVASS sta organizzando un archivio unico antifrode, che ritornerà utile alle forze dell'ordine durante le attività investigatrici sui sinistri fasulli. Allo sviluppo del progetto collaborano anche l'ANIA e le compagnie assicuratrici; la speranza concreta è che l'iniziativa possa produrre i risultati sperati.