Con la crisi economica in corso, molte compagnie assicurative propongono alle famiglie la possibilità di sostituire il pagamento della polizza RC auto annuale con pacchetti rateali da 10 a 12, allo scopo di attirare clientela.

A primo impatto questa offerta potrebbe sembrare molto conveniente. Ma lo è davvero? Una famiglia con poca liquidità trae giovamento da un'assicurazione auto a rate?

La realtà italiana

Secondo gli ultimi dati raccolti, le famiglie italiane che rinunciano all'assicurazione del mezzo aumentano ogni giorno di più. I soldi non bastano e questo crea disagio e spesso la necessità di eludere alcune spese, sebbene obbligatorie. Per non parlare delle assicurazioni fantasma, che propongono prezzi convenienti ma che in realtà non hanno l'autorizzazione ad operare nel nostro paese. La polizza RC auto a rate potrebbe diminuire questi due fenomeni?

Cosa sapere

Quando si sceglie una polizza rateale, il più delle volte in realtà il versamento mensile non viene fatto alla compagnia assicurativa bensì ad una finanziaria. Questo già vi indica che sono implicati degli interessi in quanto si tratta di prestito finalizzato (comunque non sempre è così, ci sono soluzioni per cui la rateizzazione è senza costi).

Per conoscere la convenienza di una scelta simile è opportuno valutare quale sarà il tasso di interesse da versare. Da qui poi è possibile proseguire con un confronto tra diverse compagnie così da poter scegliere la più economica.

Pro e contro

Dividere il pagamento della polizza in piccole rate mensili è sicuramente un vantaggio non da poco per chi è accorto di liquidità.

Lo svantaggio resta il costo del finanziamento per ottenere la rateizzazione, che in alcuni casi potrebbe essere molto più alto di quanto pensiate.

In base alle vostre circostanze, valutate bene se il costo vale l'assicurazione rateale.