L'acquisto e l'utilizzo di un'automobile elettrica porta vantaggi all'ambiente e alle tasche dell'assicurato. In un periodo di forte crisi economia l'auto elettrica può rappresentare un investimento al risparmio, anche in termini di assicurazione auto.

Ecco il confronto tra due polizze calcolate per una Peugeot 107 a benzina e una Peugeot iOn con motore elettrico. Si tratta di due modelli con un numero di cavalli molto simile e alimentazione differente: i premi medi calcolati sulla base di differenti compagnie si differenziano di circa 100/120 euro a vantaggio dell'auto elettrica.

I vantaggi dell'RC auto continuano con la carte verde e l'assistenza stradale, garanzie incluse nell'assicurazione. Nel complesso quindi, il risparmio di condurre una vettura elettrica si aggira intorno al 50%; rispetto ad un veicolo tradizionale inoltre, sono da considerare anche i ridotti costi di manutenzione e i consumi.

Una parentesi andrebbe inoltre aperta per le auto elettriche da lavoro: per chi detiene la partita iva sono considerate beni strumentali all'attività e sono interamente deducibili ai fini fiscali. L'imposta di bollo inoltre non è dovuta quando l'omologazione riguarda le macchine operatrici.

Le auto ZEV (a zero emissioni) risultano quindi particolarmente convenienti per i consumatori: nonostante i costi di acquisto siano ancora piuttosto elevati, il risparmio sul lungo periodo è davvero considerevole, sia dal punto di vista della manutenzione che dell'assicurazione auto.