Continuano le segnalazioni da parte dell'Ivass circa l'esistenza di intermediari assicurativi che operano illegalmente. L'ultimo comunicato dell'Ivass è di soli pochi giorni fa: il 10 ottobre è stata segnalata la commercializzazione di polizze rc auto anche temporanee da parte di Fast Broker Group, Cagliari. Apparentemente questo intermediario opererebbe attraverso la famosa compagnia assicurativa Groupama che però ha dichiarato di non avere nessun accordo con il broker. L'Ivass ha precisato che Fast Broker Group non è iscritto al registro degli intermediari assicurativi. L'Ivass ha segnalato anche il sito web fastbroker.net che non consente l'identificazione dell'intermediario nè l'accertamento della relativa iscrizione al Rui. Come al solito, è fondamentale, prima di stipulare una polizza di assicurazione auto, accertarsi che la compagnia operi legalmente al fine di non incorrere in una truffa. Un buon consiglio, specie se si hanno dubbi sull'affidabilità dell'assicuratore con cui ci si rapporta, è quello di prendere visione del sito web dell'Ivass, che presenta un elenco continuamente aggiornato circa quegli intermediari assicurativi che operano contro la legge. Il fenomeno delle truffe assicurative purtroppo è sempre più frequente, non va preso sottogamba perchè il rischio è di trovarsi privi di copertura assicurativa. Attualmente, con la crisi economica, l'esigenza primaria è il risparmio, ma non vanno sottovalutate le conseguenze nelle quali si incorre in assenza di assicurazione Rc auto che ricordiamo essere obbligatoria per legge.