L'assicurazione è da tempo una delle principali spese delle famiglie italiane e a ccausa la situazione di crisi odierna e l'aumento ulteriore delle tariffe per una polizza assicurativa sempre più cittadini cercano di raggirare il problema falsificando il bollo o decidendo di non stipulare alcuna assicurazione sull'automobile. Il problema sorge però quando si incorre in controlli nei quali risultano queste mancanze. Infatti per tutti i trasgressori sono previste sanzioni importanti.

Secondo il codice della strada la sanzione prevede il sequestro del veicolo per almeno 6 mesi ed il pagamento di una sanzione amministrativa che varia da un minimo di 799 euro fino ad un massimo di 3.119 euro. Qusta sanzione può essere ridotta fino ad un quarto in caso l'assicurazione venga effettuata entro 15 giorni dalla scadenza oppure se la macchina venga rottamata entro 30 giorni.

Oltre alle sanzioni amministrative, è prevista la sospensione della patente per un anno per tutti coloro che circolano con assicurazione contraffatta o falsificata.


Oltre a possedere un'assicurazione, il Codice della strada obbliga tutti ad esporre sulla macchina il contrassegno che certifichi il possesso di una polizza valida. Chiunque violi questa norma è esposto solo a sanzioni amministrative attraverso una multa da un minimo di 21 euro fino ad un massimo di 85 euro. Inoltre una volta pagata la sanzione il titolare è obbligato a presentarsi presso le forze dell'ordine entro 30 giorni per dimostrare l'effettivo possesso della polizza assicurativa.