L'Ivass denuncia una nuova truffa ai danni degli automobilisti: una compagnia offre RC Auto online false. Continuano le truffe ai danni degli automobilisti. Questa volta l'Ivass, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, ha segnalato con un comunicato ufficiale la scoperta di un nuovo sito che garantisce risparmi sulla RC Auto grazie ad un'assicurazione non in regola. Il sito è rca5giorni.com e, come dice il nome stesso, offre assicurazioni temporanee della durata di appena 5 giorni.

Il caso della polizza 5 giorni on line

Nonostante le promesse di risparmio, secondo quanto riporta il comunicato ufficiale dell'istituto si tratterebbe però di un'assicurazione non in regola e pertanto invalidata nel caso in cui si speri in una copertura in caso di incidente. Le irregolarità riscontrate questa volta sono la mancanza dell'identificazione dell'intermediario, che dev'essere immediatamente identificabile secondo la legge. Inoltre, i responsabili di questa assicurazione non sarebbero iscritti nell'apposito Registro degli intermediari assicurativi e riassicurativi.

Per di più, per farsi pubblicità, sul proprio sito i titolari di rca5giorni millantavano collaborazioni con importanti imprese italiane che sono state contattate dall'Ivass ed hanno negato qualsiasi rapporto con queste persone. Pertanto l'Ivass segnala questo sito tra quelli che mettono a rischio il consumatore, che può incorrere in polizze contraffatte.

DA LEGGERE: Truffe delle assicurazioni false, ecco come difendersi

Per andare sul sicuro con le assicurazioni online, chi stipula un contratto si deve prima accertare che compaiano i dati identificativi del proprietario, l'indirizzo della sede, numero telefonico e di fax, indirizzo di posta elettronica, numero e data di iscrizione presso il Registro e la dichiarazione di controllo da parte dell'Ivass.

Ricapitolando, devi sempre stare in guardia e capire che ci sono modi comunque pratici ed efficaci per sgominare questo tipo di tentativi di truffa come la polizza 5 giorni on line.

Accertati quindi sempre all'interno dei siti che ti sembrano sospetti in base ad offerte fin troppo vantaggiose sussistano questi elementi:

· il numero e la data di iscrizione al Registro Unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi e l'indicazione che questi sono soggetti al controllo dell'Ivass;

· dati sede legale dell'intermediario;

· dati sede legale della compagnia assicurativa che si avvale dell'intermediario.

Conseguenze assicurazioni false e non autorizzate

Chi sottoscrive una polizza di questo tipo, dev'essere consapevole che per la legge italiana è come se non avesse sottoscritto alcun contratto assicurativo, quindi circolare con questo genere di rc auto fasulle mette a repentaglio l'assicurato, proprio perché è come se circolasse senza alcuna copertura assicurativa.

E' possibile combattere questo fenomeno con il supporto di tutti, non solo degli addetti ai lavori, ma anche con il supporto di un consumatore che deve mettere sempre al primo posto la qualità dell'offerta e non soltanto l'immediata opportunità di risparmio!

Altro fattore importante è l'informazione, dobbiamo tutti cercare di rendere chiari i meccanismi intrinsechi alla conformazione di questo tipo di illecito. L'Ivass purtroppo ogni anno rileva un incremento di questo fenomeno che è facilitato dalle immense possibilità che il web oggi è in grado di offrire.