Il Fondo di garanzia per le vittime della strada è stato costituito per permettere di avere un risarcimento danni nel caso in cui un incidente stradale venga causato da un guidatore che non è in grado di far fronte al risarcimento, oppure da un pirata della strada, o quando la compagnia assicurativa è in fallimento.

Il Fondo sociale è regolato dal nuovo codice delle Assicurazioni private (D.Lgs 209/2005), nato nel 1959 con la Convenzione di Strasburgo permette di risarcire le vittime degli incidenti stradali dagli automobilisti che circolano falsificando il contrassegno Rc auto esposto sul parabrezza, oppure dagli automobilisti ignari che hanno stipulato un contratto assicurativo con false compagnie assicurative, che a fronte di premi ribassati non fanno fronte al risarcimento del sinistro.

Anche nel caso in cui la stessa compagnia assicurativa del responsabile del sinistro non può pagare poiché in liquidazione, il Fondo risarcirà il danno alle vittime della strada.

Ad ogni modo, le conseguenze penali e civili per chi dovesse venir trovato con la polizza falsa o scaduta sono molto gravi e tutti gli interessati possono rivolgersi in caso di sinistro sia alle forze dell'ordine sia l'associazione di riferimento AIVIS.

Il Fondo risarcisce i danni nelle seguenti modalità:

  • In caso di sinistro non identificato, copre totalmente i danni alle persone.
  • In caso di sinistro con un veicolo sprovvisto di Rc auto, copre danni alle persone con una franchigia di 500 euro.
  • In caso di veicoli assicurati con una compagnia in fallimento o se il veicolo è rubato.
  • Il massimale dell'importo del risarcimento è previsto secondo la normativa vigente.