Può capitare a chiunque di incorrere in un incidente stradale: in questi casi bisogna sapere che gli automobilisti hanno a disposizione per richiedere il risarcimento dei danni il modulo CID - Convenzione Indennizzo Diretto - riconosciuto dalla legge 39/77 art. 5, denominato anche constatazione amichevole. In questo articolo approfondiremo tutte le sezioni relative alla compilazione del CID.

A cosa serve il CID?

Con la compilazione del CID è possibile ottenere la liquidazione dei danni materiali ai veicoli in maniera diretta e in tempi più brevi. Infatti, la liquidazione viene erogata per i danni materiali ai veicoli entro 30 giorni, mentre il risarcimento alle persone entro 45 giorni.

Compilazione CID e documenti utili

Affinché non vengano meno le suddette premesse, il modulo deve essere firmato da entrambe le parti. Tuttavia, se la controparte non vuole firmare è consigliato compilare la tua parte prendendo nota della targa dell'altro veicolo coinvolto e denunciare il sinistro alla propria compagnia assicurativa.

Ma vediamo nel dettaglio a cosa serve il CID e come si compila il modulo. Innanzitutto sono necessari i seguenti documenti:

● Modulo CID

● Libretti delle due automobili

● Patenti dei conducenti

Certificati delle due assicurazioni

Come compilare il CID, tutte le sezioni

Nel modulo troverai una sezione Intestazione dove si inseriscono i dati del luogo, ora, danni e testimoni. Chi compila il modulo è il veicolo A, mentre la controparte è il veicolo B.

Nelle prime sezioni del modulo, dalla 1 alla 5 bisogna indicare con precisione il luogo in cui è avvenuto il sinistro, la sezione 6 è invece dedicata ai dati dell'assicurato e la sezione 8 del CID dev'essere compilata con il nome della compagnia assicurativa.

DA LEGGERE: Testimone di un incidente stradale, quali sono le ultime novità?

Nella sezione 9 bisognerà inserire i dati del conducente e quelli della patente di guida. Attenzione perché il conducente può anche non coincidere con l'assicurato. La sezione 10 è invece utile a identificare dove è avvenuto l'urto in relazione al veicolo. La sezione 11 del CID è invece di solito adibita alla descrizione dei danni subiti.

All'interno della sezione numero 12 troverete alcune caselle vuote: una volta compilate, servono a far capire la dinamica dell'incidente. Più di una casella può essere contrassegnata.

Nella sezione 13 deve essere approfondita la dinamica del sinistro disegnando la direzione dei veicoli sulla strada, la posizione al momento dell'urto e tutto ciò che concerne i nomi delle strade e la segnaletica. La sezione 14 è invece l'apposita sezione dedicata alle osservazioni oggettive, per finire la sezione 15 è quella interamente dedicata alla firma dei conducenti.

Attenzione alla sezione "Circostanze" dell'incidente, poiché è una parte molto importante per un CID compilato alla perfezione: qui ognuno indicherà le dinamiche inerenti al proprio veicolo.

Nell'apposito spazio vuoto va disegnato uno schizzo stilizzato della dinamica. Ad esempio, un rettangolo è un'automobile e una linea con due cerchi è una moto, inoltre si deve indicare in quale direzione stavano andando i veicoli.

Il modulo è valido in tutta la UE e in Svizzera e ogni compagnia assicuratrice è in grado di fornirlo.

Modulo di Constatazione Amichevole: come ottenerlo?

Il CID viene rilasciato dalla compagnia assicurativa con la quale avete sottoscritto un rc auto, ma può anche essere scaricato dal sito della compagnia, di solito in pdf, direttamente dall'Area dedicata all'assistenza Clienti.

Basta una sola compilazione del modulo, quindi in caso di sinistro non ha alcun senso che entrambi i conducenti dei veicoli coinvolti compilino ciascuno un modulo, ne basta uno.

Dati essenziali nella compilazione sono il numero di targa dei mezzi, dati di eventuali testimoni, e le generalità dei proprietari dei veicoli.