Grazie alle moderne tecnologie è possibile controllare tutti gli spostamenti di un veicolo, in ogni momento della giornata. Questo implica grandi sviluppi per quanto concerne la sicurezza, ma può comportare anche un grande disappunto per la nostra privacy. Infatti molte compagnie di assicurazione auto oggi caldeggiano la possibilità di installare un sistema satellitare auto integrato nel veicolo, in modo da poter monitorare la stessa ed eseguire dei controlli in caso di incidente.

Assicurazione auto con satellitare: come funziona?

La proposta è molto semplice: l'assicurazione offre al cliente la possibilità di risparmiare sul premio annuale, in cambio vuole solo l'installazione sul mezzo di un dispositivo di controllo remoto certificato dall'assicurazione. In questo modo l'assicurazione può accedere ai dati precisi dell'auto come velocità, direzione, entità dell'urto, e tutto il resto ma solo in caso di incidente.

Approfondimento sulla questione privacy e satellitare auto

Nel caso in cui non avvenga alcun sinistro, l'assicurazione può accedere solo a dati "aggregati" cioè quanti chilometri si sono fatti in un determinato intervallo di tempo, la velocità media, il tipo di percorso e cose di questo tipo; insomma niente di personale che possa in qualche modo identificarci.

Ma se invece avessimo un incidente di qualunque entità, l'assicurazione potrebbe accedere ad una serie di dati più complessi e identificativi, come la direzione in cui si andava, la velocità, quanto è stata potente la decelerazione o in quale punto si è percepito l'urto cioè tutte quelle informazioni che potrebbero aiutare la risoluzione di una diatriba assicurativa.

E' possibile risparmiare veramente con un satellitare auto?

Ma il risparmio c'è? La risposta è sì, ma è necessario conoscere alcuni dettagli che non sono da trascurare, come ad esempio la richiesta per il pagamento del risarcimento dopo l'avvenuto furto, della prova certa che l'impianto installato fosse perfettamente efficiente e la prova che dove è avvenuto il furto vi sia un servizio GSM perfettamente funzionante. In caso di furto senza copertura GSM o con apparecchio non funzionante, viene generalmente applicata una franchigia pesante (fino quasi al 25%).

Di fatto grazie a un impianto di antifurto satellitare, possiamo abbassare il nostro premio assicurativo, ma i requisiti richiesti e le clausole di contratto sono da controllare molto bene se decidiamo di avere costantemente l'occhio dell'assicurazione puntato sulla testa.

DA LEGGERE: Che cos'è la franchigia dell'assicurazione? Come funziona?

Scatola nera

La scatola nera è di fatto il dispositivo auto satellitare che verrà installato all'interno della nostra autovettura. Viene rilasciato dalla compagnia con la quale abbiamo stipulato un contratto rc auto e ci viene dato in comodato d'uso gratuito. La scatola nera non è altro che un semplice localizzatore GPS.

Bisogna anche sottolineare che soltanto da pochi anni la stessa soluzione assicurativa, dunque con scatola nera, può essere applicata alle rc moto. La scatola nera è inoltre un dispositivo essenziale per contrastare il fastidiosissimo fenomeno delle frodi in ambito assicurativo.