Come molte aziende, anche quelle assicurative negli ultimi tempi hanno dovuto fare i conti con la crisi che ha ridotto i consumi ed i potere di mercato. Per questo motivo è molto importante adeguarsi cercando soluzioni che permettano contemporaneamente un risparmio per i clienti ed una buona entrata per la compagnia.

I dati Aci 2012 sottolineano infatti come la spesa annua per un auto sia in media di 3.500 euro annui (assicurazione, carburante, manutenzione, pedaggi).

Gli automobilisti cercano sempre più spesso di limitare questi grossi costi come dimostrano i dati delle percorrenze medie annue diminuite del 20%, dell'incremento dell'utilizzo di mezzi pubblici del 36% e l'allungamento della vita di una vettura a 8,3 anni.

Anche le polizze assicurative hanno avuto un calo del 2%. Proprio da questa situazione, spiega il direttore generale di Sara Assicurazioni Alessandro Santoliquido, è nata la spinta al cambiamento ed alla ricerca di nuove formule che consentano il mantenimento dei clienti e l'apertura a nuove fette di mercato. Si sono sviluppate e consolidate così in Sara Assicurazioni le polizze anticrisi "RuotaLibera" e "SaraFree".

La prima prevede delle riduzioni di costo a condizione che l'assicurato frequenti dei corsi di guida sicura mentre la seconda proposta prevede il pagamento in proporzione all'utilizzo della macchina ed è molto favorevole a coloro che percorrono pochi km portandoli ad un risparmio anche quasi del 40%.

Sara Assicurazioni si sta dimostrando molto attenta anche al mondo dei giovani dove le polizze restano ancora molto alte; sta partendo infatti il progetto Sara Safe Factor che ha come obiettivo la sensibilizzazione dei giovani neopatentati ai pericoli stradali attraverso un tour nelle scuole superiori delle maggiori città italiane che permetterà a più di 10 mila ragazzi di acquisire una maggiore consapevolezza della strada e dei rischi ad essa connessi.