Il budget a disposizione dei nuclei familiari per far fronte alle comuni spese di gestione del quotidiano si riduce sempre di più con la crisi economica che non accenna ad arrestare il proprio corso; a pesare come un macigno in particolare i costi da dover sostenere per l'Rc Auto, con i premi assicurativi che nell'ultimo periodo hanno conosciuto importanti incrementi di prezzo.

Risparmiare sulla propria polizza auto è tuttavia possibile, l'importante è scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze; a fare molto spesso la differenza da questo punto di vista la scelta delle garanzie accessorie, le cosiddette ARD (Assicurazioni Rischio Diverso, pensiamo a Kasko, Furto e Incendio, Cristalli, Assistenza Stradale). Se da una parte ogni tipo di garanzia accessoria supplementare incrementa il livello di tutela offerto, dall'altra contribuisce ad innalzare notevolmente il costo finale, con numerosi utenti che molto spesso - per eccessivo zelo o distrazione - tendono ad includerle in blocco senza un'adeguata ponderazione del binomio costi/benefici.

Se ad esempio si è soliti parcheggiare l'auto in garage ha poco senso includere nella propria polizza la copertura Cristalli, che tutela nel caso in cui i vetri dell'auto vengano danneggiati da vandali o teppisti; stesso discorso per la Furto e Incendio, decisamente eccessiva per un'auto molto vecchia, che difficilmente verrà presa di mira da ladri o teppisti occasionali. In riferimento ad un veicolo nuovo potrebbe poi non servire l'Assistenza Stradale, il tutto presumendo che la vettura funzioni perfettamente e che difficilmente possa subire guasti.

In linea generale è sempre opportuno leggere attentamente le condizioni di sottoscrizione delle ARD, avendo cura di soppesarne la reale convenienza al netto di franchigie e massimali.