L'Ifa di Berlino, la mostra dedicata all'elettronica di consumo giunta alla sua cinquantatresima edizione, ha avuto come protagonista assoluto Alan Mulally, presidente e amministratore delegato di Ford. Secondo Mulally il futuro dell'auto sta tutto nella connected car, l'auto con comandi vocali. Invece per la guida automatica i tempi non sono ancora maturi soprattutto a causa dei tanti rinvii; troppi i problemi relativi alla sicurezza stradale e alla responsabilità civile dell'automobilista per poter portare a sviluppo un concetto così avanzato.

Se l'auto che guida sola fosse brevettata e circolasse liberamente per le strade, avrebbe ancora senso la nostra assicurazione Rc auto? Il tema è caldo per Ford visto che è stata una delle prime a montare il sistema di parcheggio semi - automatico e che sulla guida automatica ci sta facendo più di un pensiero. Secondo il presidente Ford il problema principale con la guida automatica resta quello della sicurezza stradale e della responsabilità dei guidatori, la difficoltà resta quella di renderla compatibile con le leggi in vigore. Naturalmente se la guida fosse lasciata completamente nelle mani di un computer allora tutto diventerebbe più complicato, almeno in termini di responsabilità civile.

E se facessimo un incidente? Come ci dovremmo regolare in caso di concorso di colpa? Queste ed altre tematiche sono in fase di risoluzione da parte degli esperti del settore auto ed assicurazioni. Dal canto suo Ford preferisce puntare tutto sulla tecnologia connected car, la macchina sempre connessa, coi comandi vocali e con l'head-up display, cioè con le informazioni utili al guidatore che vengono proiettate sul parabrezza e alla cui base sta il sistema Sync, progettato da Ford stessa.

Per Mullally prioritaria rimane resta ancora la sicurezza e i comandi vocali la garantiscono. A breve saranno anche disponibili le nuove app per AppLink col sistema Sync; l'applicazione realizzata con TomTom sarà utile alla navigazione satellitare e specifica per le segnalazioni in tempo reale sul traffico e con questa applicazione gli automobilisti, mentre viaggiano, in tutta sicurezza, con occhi sulla strada e mani sul volante, possono utilizzare i comandi vocali sia per la navigazione, che per trovare parcheggio o per prenotare un albergo.