SuperMoney
0236571853

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0236571853

Lun-Ven • 9-13/15-19

Assicurazioni auto, come cambia il risarcimento danni del colpo di frusta

-

Risarcimento danni del colpo di frusta: il decreto sulle liberalizzazioni penalizza furbetti ma anche malcapitati.

immagini

Colpo di frusta, ottenere il risarcimento danni Assicurazione Auto: il risarcimento del colpo di frusta

In tema di risarcimento danni, il colpo di frusta è senza dubbio un argomento caro alle assicurazioni. Argomento che sta a cuore anche alle migliaia di furbetti che ogni anno simulano o accentuano dolori cervicali che con un semplice certificato, ottenuto grazie ad un medico compiacente, intascano migliaia di euro dalle assicurazioni auto andando così a pesare anche sul resto degli assicurati. E decisamente peserà ancora di più su coloro i quali furbetti non sono, ma rischiano da quasi un anno a questa parte di tenersi il colpo di frusta senza vedere un euro dall'assicurazione a causa del decreto sulle liberalizzazioni.

Sono finiti già dà un po' i tempi in cui lamentando i suddetti dolori in seguito ad un sinistro vero o inventato che fosse, bastava recarsi al pronto soccorso a farsi rilasciare il famoso certificato dei 40 giorni per ottenere lauti risarcimenti. Alcuni addirittura se ne facevano gran vanto. Ma tutto questo per fortuna, ma anche no, appartiene al passato.

È stato stimato che il colpo di frusta ha significato negli anni passati un esborso di 2 miliardi e mezzo di euro all'anno. Una cifra importante che ha reso necessario l'intervento governativo. Con la legge sulle liberalizzazioni infatti sono state introdotte una serie di norme volte a contrastare il fenomeno dei numerosi "furbi" che riuscivano a ottenere risarcimenti su danni non reali.

Da qui la nuova dicitura del Codice delle Assicurazioni che riguardo alle lesioni di lieve entità, stabilisce che il danno potrà essere risarcito solo in seguito ad un riscontro medico legale da cui la lesione risulti visivamente o strumentalmente accertata.

Niente più certificato rilasciato dall'amico dottore, per ottenere il risarcimento occorre fornire tutte le prove mediche del caso per dimostrare la lesione subita. Fattore questo che non essendo rigidamente definito, rischia di lasciare ampio margine proprio alle assicurazioni per aggirare i risarcimenti, in barba ai poveri malcapitati.

Con l'arrivo del decreto sulle liberalizzazioni, il risarcimento è previsto per i danni di lieve entità o "micropermanenti", ovvero quelli a causa dei quali l'individuo, partendo da un'integrità totale del 100%, subisce un'invalidità che sia compresa, in scala entro il 9%.

TAG assicurazioni auto on line

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?