SuperMoney
0236571853

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
0236571853

Lun-Ven • 9-13/15-19

Assicurazione e bollo auto: possibili riduzioni del 10% e del 20%

-

Due voci di spesa che pesano sulle tasche degli automobilisti si potrebbero ridurre con una maggiore lotta all’evasione.

immagini

Ridurre bollo e polizza auto si può Bollo e assicurazione: costi troppo alti

Di certo pagare l'assicurazione auto è diventato quasi una corsa ad ostacoli a causa della crisi economica e dei continui rincari dei premi delle polizze rca; ovviamente si deve aggiungere a tutto ciò anche il pagamento del bollo auto, una tassa di possesso sempre più criticata e, diciamolo, evasa nel suo pagamento da circa sette milioni di proprietari. Del resto anche l'assicurazione viene sempre più spesso non stipulata dagli automobilisti italiani, visto che le stime più recenti parlano di oltre quattro milioni di veicoli in circolazione sulle strade privi di una qualsiasi polizza.

Tralasciano il fattore del semplice malcostume sul quale è difficile intervenire economicamente, va comunque detto che sono in molti, proprio per la crisi, a non riuscire a pagare il bollo o l'assicurazione auto o anche entrambi: questo ovviamente va ad incidere sui costi e si crea un circolo vizioso che porta appunto al rincaro di entrambe le spese, dovuto proprio dal dover coprire da parte dell'Erario o delle compagnie assicurative i mancati incassi.

Sirio Tardella, ex direttore del Centro Studi Unrae, ha recentemente pubblicato sulla rivista Auto Aziendali Magazine una ricerca le cui conclusioni sono chiare, seppur prevedibili in effetti: la spesa per l'assicurazione auto si potrebbe ridurre del 10%, quella per il bollo auto del 20%, se tutti i proprietari di una vettura pagassero regolarmente.

Il bello è, come giustamente afferma Tardella, che la lotta all'evasione del pagamento della polizza e del bollo auto sarebbero abbastanza facili, in quanto esistono banche dati sempre aggiornate come per esempio il Pubblico Registro dell'Aci o l'Archivio dei Veicoli presso il Ministero dei Trasporti, oppure anche quelli delle stesse compagnie di assicurazioni: il problema è che i controlli incrociati tra i vari elenchi non avvengono ed inoltre il bollo auto, essendo un'imposta regionale, a causa dei costi di controllo non viene appunto accertata dalle Regioni, tanto meno ora che non vi è più l'obbligo di esposizione del tagliando.

Insomma, almeno per quel che riguarda bollo e assicurazione auto, vale di certo il detto "pagare tutti per pagare meno".

TAG polizze assicurative , aumento assicurazione auto

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento


Vuoi rimanere sempre aggiornato?